Italia Startup: il bilancio del Presidente Angelo Coletta - OpenInnovation immagine-preview

Mar 7, 2019

Italia Startup: il bilancio del Presidente Angelo Coletta

Angelo Coletta, Presidente di Italia Startup, ci racconta i numeri dell'associazione: 10 nuove startup seed, salgono a 55 le Scaleup e Pmi Innovative e gli ingressi di centri di innovazione come Rome Innovation Hub, I3P Torino e Consorzio ELIS

Sono 10 le startup a fare il loro ingresso in Italia Startup guidata da Angelo Coletta. Grazie a una serie di nuovi servizi di lobbying, networking, convenzioni e comunicazione l’associazione a visto un incremento costante di nuovi iscritti in ogni categoria. Startup come DIS, Immodrone, Kamzan Littlesea, Phononic Vibes, Pigro, Pikkart, Quibee, SmartMicroOptics e Tracking4Fun. A queste si aggiungono 9 scaleup e PMI innovative: Bandyer, Datatrics, Ghzero, IsCleanAir, Marshmallow Games, Pharmap, Qonto, Silk Biomaterials, TeamDev per un totale di 55 imprese.

I Centri di Innovazione con I3P di Torino e Rome Innovation Hub diventano 37 tra acceleratori, incubatori, parchi scientifici e centri di ricerca.

Angelo Coletta, Presidente di Italia Startup

Angelo Coletta, Presidente di Italia Startup

 

Consorzio Elis, Giffoni, Marzotto, PWC e SBC Associati sono i soggetti abilitanti che vanno ad arricchire la categoria degli abilitatori e investitori, per un totale di 41 soci.

Ne abbiamo parlato con Angelo Coletta, fondatore seriale di numerose startup e alla guida dell’associazione di cui facciamo parte anche noi come StartupItalia. “Mi fa piacere vedere la crescita importante della base associativa. Dopo meno di 6 mesi dall’insediamento del nuovo Consiglio Direttivo. Lo sviluppo è soprattutto sul fronte delle imprese innovative e dei loro founder, che credono nell’evoluzione del progetto. E’ fatto di riflessione sulla normativa, di rete tra imprenditori, di convenzioni agevolative  e di comunicazione delle storie di successo”.

 

Cosa ne pensi di quanto sta succedendo nel nostro comparto e dalle misure recentemente varate dal MISE?

“Sono nella direzione giusta, molte di queste sono state richieste se non addirittura proposte proprio dalla nostra associazione. Vederle messe a terra, molte già nella Legge di Bilancio, è un passo che infonde molta fiducia al nostro comparto. Non dimentichiamoci poi che apre le porte ad una visibilità senza precedenti rispetto ad investitori internazionali. Ora bisogna concentrarsi sulle policy, sia di attivazione sia nella gestione dei bandi. Ci piacerebbe che in ogni bando fosse riconosciuto un punteggio aggiuntivo se è presente una startup, anche se consorziata ad un’impresa tradizionale, proprio nell’ottica di collaborazione tra questi due mondi spesso considerati, a torto, distanti tra loro.
Penso ad azioni molto semplici come facilitare l’ingresso negli albi fornitori delle aziende partecipate da CDP”.

Ci piacerebbe che in ogni bando fosse riconosciuto un punteggio aggiuntivo se è presente una startup, anche se consorziata ad un'impresa tradizionale

 

Oltre all’impatto sulla policy la tua presidenza ha visto una decisa impennata degli iscritti, senza fare favoritismi però ci segnali 3 idee che ti hanno colpito più delle altre e le loro storie?

“E’ sempre difficile, ogni storia è importante, e sarebbe bello fare una sezione su StartupItalia dove valorizzare tutti i nuovi arrivi. Mi viene in mente Be-Dimensional, che isola la grafite, prima startup al mondo capace di farlo. Ha preso i primi 3 Milioni di Euro da una società di distribuzione di giornali e i successivi 20 Milioni da una PMI che produce suole per scarpe. Segno che l’open innovation accade, nonostante tutto, già oggi in tante imprese tradizionali.
E ancora Seares, incubata nel Polo Tecnologico di Navacchio in Toscana. Ha inventato un apparecchio per stabilizzare l’ormeggio delle barche e che una volta in funzione produce energia. Ha raccolto immediatamente 250.000 Euro appena presentato ai Business Angel.
Un’altra storia fantastica è quella di MyLabNutrition, integratori personalizzati e monodose, acquistabili online con un modello simile a una SaaS. Un progetto con un potenziale di crescita grandissimo”

 

E i prossimi passi? Cosa ci aspetta dall’associazione per i prossimi mesi e come potremmo sostenerla ancora di più come StartupItalia?

“Voglio andare ancora di più sul territorio. Milano e Roma sono importanti e riconosciute in tutto il mondo ma dobbiamo ricordarci che il nostro paese è fatto di tanti distretti con particolarità differenti. Il 29 marzo saremo a Siracusa con Martha’s Cottage, il 2 Aprile a Copernico Milano, il 3 Maggio a Genova e il 4 Giugno a Roma per poi toccare Napoli, Torino , Bari, Venezia e Ancona nei mesi successivi. Sarebbe bello unire le forze e raccontare sul giornale ognuna di queste tappe.”

 

Naturalmente era impossibile dire di no a uno come Angelo quindi preparatevi a trovarci e a raccontarci le vostre storie, a partire da Siracusa tra qualche giorno ci saremo anche noi

 

Consiglio Direttivo Italia Startup guidato da Angelo Coletta

Consiglio Direttivo Italia Startup

 

Italia Startup è l’Associazione no profit guidata da Angelo Coletta che rappresenta l’ecosistema delle startup italiane, allargato a tutti i soggetti, privati e pubblici. Imprese innovative, incubatori e acceleratori di startup, investitori, aziende ed enti  che supportano valorizzazione, visibilità e crescita, credendo nella creazione di un nuovo tessuto imprenditoriale.

Italia Startup diffonde la passione del fare impresa e a promuovere la cultura dell’intraprendere. In particolare il suo obiettivo è far conoscere e valorizzare le giovani iniziative imprenditoriali, avvicinandole all’industria italiana, agli investitori internazionali, per rendere più competitivo l’intero ecosistema.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter