Open innovation sulla rotta tra Germania e Italia: così le startup fanno business con le aziende hi-tech - OpenInnovation
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 4 febbraio 2019 alle 18:17

Open innovation sulla rotta tra Germania e Italia: così le startup fanno business con le aziende hi-tech

Con la prima edizione di “Business Meets Innovation” la Camera di Commercio Italo-Germanica ha messo in rete aziende consolidate e startup. Perché l’innovazione è un gioco di squadra e sta già arrivando l’edizione 2019

Si scrive open innovation e si legge partecipazione, coinvolgimento, contatto, persino accelerazione reciproca tra startup e aziende consolidate. Perché in questo mondo connesso e liquido i grandi devono guardare all’agilità e al pensiero laterale dei più piccoli. E questi ultimi invece hanno tanto da imparare dai colossi: nel metodo, nel processo, nell’analisi, nella ricerca strutturata.

Insomma, le alleanze sono sempre vincenti. Ed è ciò che è accaduto con Business Meets Innovation, la prima edizione del contest realizzato dalla Camera di Commercio Italo-Germanica (AHK Italien) con il sostegno di Banco BPM e conclusasi nella sua prima edizione a fine novembre 2018. Quasi un centinaio di startupper si sono registrati al contest e dieci di loro sono stati poi associati a dieci challenge con diverse aziende d’eccellenza nate in Germania e operanti nel mondo e anche in Italia. Così ogni top player (Bosch, Calcestruzzi, MAN Truck & Bus, Rödl & Partner e Siemes) ha definito uno o più progetti da realizzare avvalendosi del contributo innovativo di una startup. Un contest che favorisce il matching tra la domanda di innovazione di top player della business community italo-tedesca e l’offerta di soluzioni innovative di startup italiane.

 

La terna vincente tra AI e Machine Learning

A trionfare è stato il progetto “Smart Camera for Smart Cities” di Laser Navigation, risultato il migliore nella challenge ‘Smart Cameras for Smart Cities’ lanciata da Bosch.

Si tratta di una Pmi innovativa dedita sin dall’inizio della sua attività allo sviluppo di tecnologie all’avanguardia. Le sue attività principali sono la robotica e l’intelligenza artificiale applicate alla robotica stessa e ai sistemi di visione. Laser Navigation si interfaccia costantemente con i dipartimenti universitari di eccellenza, condividendo esperienze e idee ed è già stato accettato, come fornitore tecnologico, da importanti aziende e insieme a loro sta lavorando a progetti per applicazioni verticali per l’industria 4.0 e smart cities. Negli ultimi due anni ha sviluppato un sistema intelligente denominato Cogito: una delle sue principali applicazioni è basata su reti neurali e algoritmi robotici e consente di interpretare e agire sulle dinamiche dell’ambiente stradale osservato.

 

Al secondo posto si è classificato “Project Russell”, portato avanti da Iuscapto per lo studio Rödl & Partner. Si tratta di una startup innovativa fondata da un gruppo di professionisti e docenti universitari. Il progetto prevede la realizzazione di un sistema sviluppato con tecniche di Intelligenza Artificiale in grado di analizzare testi scritti in linguaggio naturale ed elaborati grafici e trovarne corrispondenze all’interno di un set documentale di riferimento e precedentemente acquisito. Il software utilizza algoritmi di NLP (Natural Language Processing) e algoritmi di Object Recognition; è registrato presso SIAE come opera originale. In questo modo si riducono i tempi e i costi di ricerche documentali.

 

Chiude la terna vincente il progetto “Sistema integrato per smart home”, promosso da Iooota  per Siemens. Dopo aver già partecipato al CES di Las Vegas nel 2018, la startup ha realizzato Jarvis, risposta intelligente, semplice e flessibile a un nuovo concetto di vita, a come vivere i propri spazi, che siano la tua casa, l’ufficio o l’hotel. Una soluzione che combina sicurezza, risparmio e controllo remoto in un’unica semplice applicazione mobile. «Business Meets Innovation è stata una nuova occasione per migliorarsi e per portare valore al nostro ecosistema. Oltre alla conferma ricevuta dalla vittoria, anche noi nel team crediamo ci siano concrete sinergie possibili tra la nostra soluzione Jarvis e la richiesta diretta espressa da Siemens. Siamo quindi fiduciosi, grazie anche al loro stesso contributo, di poter mettere a terra una valida soluzione a beneficio del loro business e dei loro clienti», ha affermato Luca Degli Esposti di Iooota.

 

Già pronta l’edizione 2019

Il successo dell’edizione 2018 ha dimostrato che la community delle aziende tedesche – con base anche in Italia – è molto interessata all’offerta di innovazione proposta dalle startup del Bel Paese. Non pensate però che si tratti di semplice shopping: no, c’è una profonda consapevolezza di quanto il nostro territorio, le sue persone e le sue risorse socioeconomiche siano state favorevoli alla loro crescita e, di conseguenza, c’è profonda fiducia anche nell’offerta di innovazione proveniente dalle startup italiane.

 

Il Reverse Picth è già stato fissato per il prossimo 16 maggio e sarà l’occasione per dare il via alla roadmap che condurrà alla Winner’s Night del 26 novembre 2019.

 

Non resta allora che seguire il programma e candidarsi a diventare il prossimo partner di una grande corporate italo-tedesca!

 

Scopri di più

 

 

 

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter