British lancia una sfida ad alta quota fra startup per il futuro del volo - OpenInnovation immagine-preview

Gen 31, 2019

British lancia una sfida ad alta quota fra startup per il futuro del volo

Il 12 giugno appuntamento a 10mila metri per una curiosa sessione di domande e risposte fra giovani imprenditori ed esperti. Obiettivo: scoprire la svolta per il futuro del trasporto aereo

Un’idea per il futuro del trasporto aereo. L’appuntamento è per il 12 giugno da qualche parte sopra l’oceano quando una giuria di investitori e Ceo di primo piano si imbarcherà su un volo British Airways per giudicare, a 10mila metri, i progetti sul tema che avranno superato una prima selezione. Una sessione di domande e risposte, trasmessa in streaming tramite Wi-Fi, per sciogliere i dubbi e le perplessità, ma anche le curiosità, di un gruppo di imprenditori tecnologici, investitori e amministratori delegati leader a livello mondiale.

La particolarità di questa “sfida ad alta quota fra startup” è che le domande verranno recapitate ai viaggiatori in volo utilizzando il nuovo servizio Wi-Fi della compagnia britannica mentre l’aereo si troverà a sorvolare l’Atlantico.

Come funziona la sfida

Qual è l’obiettivo del concorso lanciato da Founders Forum col supporto del vettore di Londra? La competizione è appunto alla ricerca di startup che stiano costruendo prodotti o servizi tecnologici di viaggio di nuova generazione e che possano dunque trasformare le esperienze di viaggio aereo dei clienti attraverso soluzioni innovative. Il concorso è aperto e tutti i dettagli per entrare sono disponibili qui.

Dal canto suo, la vicinanza di British Airways appare evidente: la compagnia guidata da Alex Cruz sta introducendo la tecnologia leader del settore del Wi-Fi streaming sui suoi voli a lungo raggio. Al momento più di 50 aeromobili offrono questo servizio e l’80% della flotta a lungo raggio della compagnia aerea ne sarà dotata entro la fine del 2020. L’intera flotta a corto raggio della compagnia aerea, dunque per i voli europei, sarà invece equipaggiata per le connessioni entro l’estate 2019, nell’ambito dell’investimento di 6,5 miliardi di sterline di British Airways per i clienti.

I commenti

La competizione, che si lega strettamente alla nostra attività centenaria guardando al futuro del volo, è un’opportunità unica per alcune delle startup più innovative di proporre le loro idee per viaggiare in futuro. Siamo entusiasti di supportare il Founders Forum in questo processo, che sarà una sfida entusiasmante con il nostro Wi-Fi in volo” ha spiegato Cruz. Gli ha fatto eco Greg Kennaugh, Chief operating officer del Founders Forum: “Siamo entusiasti di ospitare questa competizione, che ci permette di promuovere nuovi modi di pensare ai viaggi e sostenere direttamente gli imprenditori della fase iniziale per mostrare le loro idee a una comunità di leader nel settore digitale. Connettere gli investitori consolidati della West Coast con il più promettente talento europeo del midflight in vista del nostro evento è una nuova pietra miliare per Founders Forum e siamo lieti di collaborare con British Airways per offrire questa iniziativa unica”.

Dopo il curioso volo, i tre finalisti selezionati saranno invitati a partecipare al Founders Forum di Londra il 13 giugno seguente, per presentare il loro progetto di persona una giuria di importanti Ceo. Il vincitore incasserà 100mila punti On Business nel programma di fidelizzazione commerciale di British Airways, equivalente a quattro voli andata e ritorno in classe World Traveller Plus (economy premium a lungo raggio) a New York (JFK) da Londra Heathrow. Il premio comprende anche 100mila Avios, un profilo nella rivista Business Life, una presentazione all’evento del Founders Forum di Londra a cui partecipano centinaia di investitori e un incontro di lavoro con Brent Hoberman, fondatore di lastminute.com e del network del Founders Forum.

I cento anni di British Airways

La sfida viene lanciata nell’ambito del programma per il centenario BA 2019 della British Airways,. Il gruppo guarda al prossimo secolo di volo puntando su tre distinti fronti: esperienza del cliente, carburanti sostenibili e carriere. Il vettore intende per esempio esplorare il futuro della customer experience collaborando con i futurologi, commissionando ricerche dedicate e appoggiando competizioni come questa. Riguardo ai carburanti, la compagnia aerea ha sfidato le università a sviluppare un percorso per il Regno Unito per raggiungere la leadership nel futuro dei carburanti sostenibili per l’aviazione, attingendo alle proprie competenze. Infine British studierà il futuro delle carriere dell’aviazione e dell’atteggiamento dei bambini nei confronti di posti di lavoro in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (la cosiddetta area Stem) per ispirare i bambini nel mondo Stem.

Fra i prossimi annunci-chiave in questo senso, l’introduzione dell’A350 nella flotta, una nuova poltrona per la classe business, investimenti nelle cabine della compagnia aerea inclusi First e World Traveller Plus, miglioramenti delle lounge in tutta la rete e nuove rotte tra cui Osaka, Charleston, Pittsburgh e Islamabad.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter