immagine-preview

Dic 6, 2018

Milano e Leonardo Da Vinci: un concorso per raccontare il genio con i nuovi media

In palio, per giovani team under35, ci sono 12.500 euro per la realizzazione del progetto e 6 mesi di coaching alla Scuola di Cinema di Luchino Visconti

Chi, più di Leonardo Da Vinci, ha saputo così strettamente unire, nell’arco della vita, lungimiranza tecnologica a creatività artistica? Difficile, forse impossibile, ricercare nella storia un altro genio del calibro del grande Maestro. Proprio a lui, alla vigilia dei 500 anni dalla sua morte, Fondazione Italiana Accenture, in collaborazione con il Comune di Milano ed in partnership con la Civica Scuola di Cinema di Luchino Visconti e StartupItalia!, ha voluto dedicare un innovativo concorso: #MilanoDaVinciPresentato negli spazi del BASE (ex area Ansaldo) di via Bergognone, a Milano, al talk di lancio, moderato dalla giornalista Barbara Gasperini, hanno partecipato vari ospiti, provenienti sia dal settore pubblico che privato.

L’idea del concorso

“Milano è la città di Leonardo, il luogo dove il genio indiscusso ha trascorso la maggior parte della sua vita. Tracce del maestro si ritrovano qua e là per il capoluogo, centro dell’esplosione creativa coniugata alla sue doti e competenze tecniche”. Con queste parole, Barbara Gasperini ha introdotto l’iniziativa che trova spazio all’interno di un lungo percorso dedicato a Leonardo che accompagnerà per tutto il 2019 la città di Milano. Come StartupItalia! siamo media partner dell’evento. “Oggi questa città sembra rivivere lo stesso spirito ed energia che si respirava al tempo del grande Maestro”, ha affermato Roberta Guaineri, assessore comunale al Turismo e allo Sport.

E questo connubio di capacità tecnologiche ed artistiche, insieme all’energia e alla vitalità che contraddistinguono i giovani under35, vuole emergere con “Milano Da Vinci”. “Non c’è innovazione senza memoria della tradizione. E l’evoluzione arriva per rispondere ad esigenze e bisogni insoddisfatti”, ha precisato Isabella Menichini, dirigente del Comune di Milano. Un concorso che è molto più di una semplice gara d’idee, perché ha l’obiettivo di valorizzare luoghi ed opere leonardesche da un nuovo punto di vista: quello dell’espressione artistica e comunicativa dei nuovi media. I concorrenti dovranno, quindi, focalizzarsi non sul “cosa raccontare di Leonardo”, ma sul “Come Leonardo comunicherebbe la sua genialità oggi, se avesse a disposizione i nostri stessi strumenti tecnologici?”. Una sfida accattivante ed interessante che attraverserà i luoghi del grande Maestro, come la Sala delle Asse del Castello Sforzesco, la Biblioteca Ambrosiana, il Cenacolo, il Museo della Scienza e della Tecnologia. Le idee potranno spaziare dall’interattività al video, dal design a media performances ed installazioni, pensate e strutturate per la comunicazione online sui canali del Comune di Milano.

 

 

In palio, ci sono un premio in denaro di 12.500 euro a team (destinato a massimo 2 squadre) per la realizzazione del progetto, e 3 mesi di coaching con i docenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti per mettere in atto l’idea vincente. “Con la Scuola abbiamo aderito molto volentieri al progetto. Oltre ai premi finali, questi ragazzi porteranno a casa una bellissima esperienza di crescita professionale, supportata da esperti e specialisti del settore”, ha commentato Marilena Adamo, presidente di Fondazione Milano.

“In molti, forse, non sanno che lo stesso Leonardo partecipò ad un concorso per la realizzazione della cupola della Cattedrale di Milano. Concorso dal quale, poi, si ritirò”, ha svelato Claudio Giorgione, curatore del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

 

Requisiti e termini per candidarsi

Sono ammessi team multidisciplinari, composti da massimo 5 persone. L’età media del gruppo non deve superare i 35 anni e non essere inferiore ai 18. La call terminerà il 4 febbraio 2019 alle 12. Per candidarsi è necessario registrarsi sul sito https://milanodavinci.ideatre60.it/

Tutti i partecipanti potranno accedere a 4 moduli e-learning, propedeutici ed obbligatori per andare avanti in questo percorso: “Leonardo Da Vinci e il suo legame con la città di Milano”; “Innovazione e multimedialità: come sviluppare un progetto?”, “Leonardo: gli itinerari inediti del Comune di Milano”; “Planimetrie utili per la progettazione”. I finalisti avranno l’opportunità di partecipare a due giornate di workshop, dedicate a finalizzare l’idea progettuale e ad altrettanti giorni di mentorship, mirato a verificare la fattibilità di realizzazione dei progetti. A giudicare chi passerà la prima fase, ci sarà, in un primo momento, una giuria composta da dipendenti comunali e componenti di Fondazione Italiana Accenture e di Fondazione Milano, ed in seconda battuta da esperti di arte, cultura, digitale e creatività.

Potranno vincere massimo due team di innovatori, ed i progetti dei vincitori saranno visibili sui canali online e negli spazi web del Comune di Milano. “Saranno premiate le idee che si ispireranno all’approccio di Leonardo in modo coraggioso e curioso, valorizzando la città di Milano come luogo attento, inclusivo ed accogliente”, ha commentato Simona Torre, segretario generale di Fondazione Italiana Accenture.

Dopo la prima fase di candidature, il concorso si alternerà nelle seguenti fasi:

  • Dal 4/02/2019 al 11/02/2019, una giuria di esperti selezionerà le idee progettuali finaliste;
  • Dal 25/02/2019 al 26/02/2019 si svolgeranno i workshop formativi per i team finalisti;
  • Dal 27/02/2019 al 13/03/2019 si terranno le giornate di mentorship;
  • Nel mese di marzo 2019 saranno selezionate le idee progettuali vincitrici;
  • Da marzo a giugno 2019 prenderanno vita i progetti.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter