immagine-preview

Set 12, 2018

Electrolux Innovation Factory, nasce in Friuli un hub per l’accelerazione delle startup

Investimento in cambio di investimento, durante l'inaugurazione sono state premiate le 5 startup che hanno vinto la Call4innovation lanciata da Electrolux con Digital Magics

Nel cuore del Friuli Venezia Giulia nasce Electrolux Innovation Factory. In un fabbricato rinnovato e ristrutturato situato all’interno del suo sito produttivo di Porcia (Pordenone), la multinazionale svedese Electrolux ha deciso di inaugurare uno spazio adibito ex novo per creare, condividere e accelerare l’innovazione. Si tratta di un nuovo progetto che con la collaborazione di fornitori, startup, piccole medie imprese e università ha come obiettivo quello di sperimentare nuove idee e attraverso tecnologie all’avanguardia innovare un prodotto ottimizzandone il suo processo.

La Call4Innovation di Electrolux e Digital Magics

Non ci sono idee nuove, ci sono idee già esistenti che devono solo trovare il modo di essere sviluppate al meglio e non c’è modo migliore per iniziare della “Call4innovation” lanciata da Electrolux con il supporto di Digital Magics che ha costituito il primo passo di questo programma di accelerazione: «Alla chiamata che abbiamo lanciato si sono registrate 180 startup -racconta Giovanni Pacini, Global Director Digital Industrial Operations del Gruppo Electrolux – Ci sono startup che vengono dall’Italia, dall’Europa e dalla California e di queste ne sono state selezionate 5 che avranno un processo di accelerazione interno alla Factory per 12 mesi».

Alla cerimonia di inaugurazione sono state annunciate le cinque startup vincitrici per quattro specifiche aree tematiche: «Partiamo dalle attività industriali – prosegue Giovanni Pacini riguardo alle “Smarter Appliances, Easier Operations” – dove le attività di fabbrica hanno tecnologie indossabili, dei wearable device che servono per migliorare la sicurezza e l’ergonomia dell’attività di produzione, per poi arrivare alle tecnologie avanzate come la post produzione da stampa 3D e l’analisi di big data per conformità chimiche. Ci sono poi i dispositivi per la qualità, la connettività e quelli dedicati alla robotica e all’intelligenza artificiale, degli algoritmi predittivi che servono ad aiutare le attività che vengono fatte».

Le vincitrici

Per l’area wearables ha vinto LinUp srl,

Per l’area quality control ha vinto Digital Views

Per l’area additive manufacturing ha vinto 3DNextech s.r.l.

Ancora per l’area chemical pre-compliance & advanced analytics si è aggiudicata il primo posto Aera Technology

Infine per l’area biosensors la vicitrice è stata RLAB by ROLD

 

Un taglio del nastro con la green energy

A marzo 2019 ci saranno i primi trial in Ungheria, perché Electrolux Innovation Factory è solo il primo di questi laboratori, usato come banco di prova, che poi verrà replicato in spazi simili in giro per il mondo a riprova del fatto che solo strutture come queste permettono la vera accelerazione di idee geniali in partenza.

Un taglio del nastro del tutto inusuale è stato quello per l’apertura della Innovation Factory dove l’effetto domino di un’installazione artistica è stato messo in moto grazie alla green energy presente in tutto lo stabile Electrolux. Un segno che energia verde, connettività e automazione sono le parole chiave di questo ecosistema innovativo dove la competitività genera voglia di investire in un territorio, puntando al rilancio di un’economia, e dove l’innovazione nasce da una reale necessità e trova in questa il motivo della sua soluzione.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter