immagine-preview

Lug 12, 2018

CITYHACK: Essere (e diventare) una smart city

Dal 5 al 7 luglio si è svolto a Catania “CityHack”, un hackathon su mobilità e sicurezza nel contesto urbano. Obiettivo: individuare nuove soluzioni per migliorare la vita di cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche offrendo soluzioni ai problemi di tutti i giorni

Abbiamo organizzato il primo CityHack a pochi mesi dal lancio di “The Future of the City”, progetto dedicato all’innovazione in ambito smart city e smart community  in Sicilia che noi di TIM WCAP gestiamo assieme al nostro partner tree.

 

Come saranno le città del futuro? E’ possibile migliorare la vita dei cittadini, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche offrendo soluzioni ai problemi di tutti i giorni? Trasformare i problemi in opportunità di cambiamento e crescita?

 

Gli strumenti

 

A disposizione dei partecipanti il laboratorio delle API (application programming interface) di TIM OPEN, la community di sviluppatori di TIM, e la piattaforma Integration Layer del JOL di Catania(Joint Open Lab focalizzato sull’Internet of Things).

 

Ma non è solo questione di tecnologia!

Ad ispirare e stimolare la creatività dei partecipanti ci ha pensato Giacomo Biraghi, esperto internazionale di strategie urbane,  che ha illustrato 10 urban trend, tendenze globali del futuro, non teoriche ma relative a cose concrete che stanno accadendo.

Lo ha fatto dal suo punto di vista, con convinzione e partecipazione, raccontandoci quello che osserva girando ogni mese in una città diversa del mondo.

 

I numeri

5.000 euro il montepremi

50 i partecipanti tra sviluppatori, designer e ricercatori universitari

30 le ore trascorse  per ideare le soluzioni innovative da proporre

20 le API a disposizione per sviluppare i servizi

15 le community territoriali coinvolte

10 i mentor a supporto dei team in gara

3 le demo di soluzioni IoT Huawei per creare nuovi scenari di business

 

Le proposte e i vincitori

Servizi bus di linea intelligente con semplificazione delle linee urbane, segnaletica dinamica ed interattiva, un cestino “smart” che incentiva  il riciclo delle cicche di sigaretta per la produzione eco sostenibile di mattoni, queste sono solo alcune delle soluzioni proposte.

 

Non è stato facile scegliere!

 

Abbiamo privilegiato le soluzioni più vicine agli attuali bisogni del territorio e già pronte per la sperimentazione anche grazie alle sinergie con le attività in essere nel JOL di Catania.

 

CTransport ha conquistato il primo posto (e un premio di 3.000 euro) con una soluzione dedicata alla mobilità che, in alternativa al tradizionale biglietto del bus, consente di pagare online una tariffa dinamica proporzionata all’effettiva tratta percorsa. Flametrix si è aggiudicata il secondo posto (e  2.000 euro) con una suite intelligente che prevede e previene gli incendi, analizzando i dati raccolti sul territorio grazie ai sensori IoT.

 

 

I prossimi passi

I vincitori avranno accesso al Follow hack, un percorso dedicato in cui i mentor tree supporteranno i team per lo sviluppo della proposta.

 

Ma non ci sarà un seguito solo per i vincitori, tutto il patrimonio di idee generato durante l’hackathon non andrà disperso!

Antonio Perdichizzi, CEO di Tree, ha dato appuntamento a tutti i team a settembre per un momento di confronto e condivisione a partire dalle soluzioni proposte.

 

L’energia, l’entusiasmo e la qualità dei progetti ci hanno ripagato del tanto lavoro fatto. È stato un grande gioco di squadra per cercare di dare opportunità attraverso la tecnologia e l’innovazione. Alla prossima iniziativa di the future of the city!

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter