immagine-preview

Lug 11, 2018

Start Cup Lombardia 2018: sono aperte le candidature

60mila euro messi in palio da Regione Lombardia con il supporto di PoliHub e del sistema universitario lombardo

Le candidature per l’edizione 2018 di  Start Cup Lombardia sono aperte fino al 15 luglio. La competition organizzata dalle Università e dagli Incubatori Universitari lombardi e promossa da Regione Lombardia, che favorisce la nascita di nuove imprese ad alto potenziale, in ambito ICT & Services, Lifescience & Agrofood, Clean & Industrial Technologies.

 

Le candidature  dovranno essere presentate entro venerdì 15 luglio ed entro il 4 settembre avverrà la selezione dei progetti. Una volta conclusa la raccolta dei progetti, il Comitato Organizzatore in collaborazione con esperti di settore procederà alla selezione dei 20 migliori progetti che presenteranno la propria idea di fronte al Comitato di Selezione. Qui trovate il programma e la timeline delle selezioni.

 

 

Nata nel 2003 su iniziativa del Politecnico di Milano, è giunta oggi alla 16° edizione ed è gestita da PoliHub, Startup District & Incubator di Fondazione – Politecnico di Milano, in accordo con le Università Lombarde.

 

Un supporto concreto per diffondere la cultura dell’innovazione all’interno del contesto universitario, favorendo la nascita e lo sviluppo di nuova imprenditoria, per promuovere lo sviluppo economico del territorio lombardo.

 

 

Anche per l’edizione 2018, Regione Lombardia ha deciso di rinnovare il supporto alla competizione tramite lo stanziamento di un montepremi di 60 mila euro in palio per i progetti vincitori, così suddivisi:

 

Tre premi da 15.000 €/cad da assegnare al 1°, 2° e 3° progetto classificato
Tre premi da 5.000 €/cad da assegnare al 4°, 5° e 6° progetto classificato

I premi saranno assegnati sulla base di una classifica assoluta che comprende tutti i progetti finalisti indipendentemente dalla categoria di candidatura.

I 6 progetti vincitori avranno diritto di accedere al Premio Nazionale dell’Innovazione PNI che si terrà a Verona il 29-30 Novembre 2018.

 

I progetti finalisti potranno accedere ad attività di formazione per trasmettere competenze imprenditoriali per la stesura di un modello di business, public speaking e presentazione dell’idea di business. Le giornate di accelerazione hanno lo scopo di supportare i team nella produzione di 2 output che saranno oggetto di valutazione durante la finale: executive summary e pitch deck.
Supporto alla finalizzazione del business plan con mentor ed esperti del settore dedicati a supportare le idee vincitrici. Media Coverage: pubblicazione e visibilità su riviste e giornali specializzati.

 

 

La startup Chimera, (ora col nuovo nome NIREOS) è stata le vincitrice della passata edizione nella categoria Life Science & Agrofood: una tecnologia innovativa per misurare la luce e analizzare da remoto la qualità delle sostanze dell’acqua e la maturazione della frutta.  Ne abbiamo parlato con Fabrizio Preda CEO e Co-Founder di Chimera.

L’intervista

 

In che modo Start Cup Lombardia vi ha supportato e vi è stata concretamente utile per il lancio del vostro progetto di business sul mercato?
“Start Cup Lombardia è stata il nostro trampolino di lancio, poiché da un lato ci ha permesso di consolidare il business plan e di ottenere un’importante validazione dell’idea, e dall’altro ci ha consentito di completare lo sviluppo finale del prodotto grazie alla vincita del primo premio, pari a 25.000 €. Inoltre, grazie alla visibilità ottenuta tramite questa competizione siamo potuti entrare in contatto sia con diverse società di investimento, sia con aziende – italiane ed estere – interessate alla nostra tecnologia, con cui stiamo collaborando ancora oggi”.

 

Come si è svolto il vostro percorso di crescita durante e dopo la competition, affiancati dai mentor di Start Cup Lombardia?
“Nei mesi successivi alla competizione, abbiamo seguito il percorso di accelerazione di StartCup Lombardia, che ci ha permesso di rafforzare tutte quelle competenze (di business, marketing, gestione delle risorse e della proprietà intellettuale, ecc) necessarie per creare un modello di business sostenibile e vincente. Al termine di questo percorso, nel giro di pochi mesi la nostra idea imprenditoriale si è concretizzata con la costituzione di una Start-Up. Fondamentale è stato anche l’aiuto del mentor che ci ha affiancato durante questo periodo di crescita, che ci ha sostenuto fin dall’inizio e che è entrato poi a far parte della società”.

 

I vostri suggerimenti ai nuovi partecipanti dell’edizione 2018?
“Ciò che abbiamo imparato da StartCup Lombardia, così come anche da altre competition cui abbiamo partecipato nel corso dell’ultimo anno, e che mi sento di suggerire ai nuovi partecipanti è l’importanza di ascoltare le critiche e i suggerimenti dei giudici, che permettono non sono di affinare il proprio pitch per avere più probabilità di vincere una eventuale successiva Startup competition, ma anche di consolidare o modificare la propria idea di business iniziale”.

 

Mooncloud vincitrice nella categoria ITC&Services

Un’altra startup che ha partecipato all’edizione Start Cup Lombardia è stata Moon Cloud, vincitrice nella categoria ICT& Services. Claudio Agostino Ardagna, Responsabile Sicurezza e Compliance e Marco Anisetti Software Architect ci hanno l’importanza di quella esperienza.

 

L’utilità concreta dalla call sullo sviluppo del vostro progetto?
“StartCup è stata utilissima sotto molti punti di vista. In primis ci ha permesso di interagire con diverse figure professionali e mentor che ci hanno spinto a ragionare sul modello di business in modo più approfondito, sia per la domanda di partecipazione a StartCup che per la successiva definizione del business plan e del pitch per la finale del Premio Nazionale per l’Innovazione. Grazie alla fase di accelerazione siamo stati quindi in grado di migliorare il modo con il quale presentiamo il nostro prodotto ai clienti, abbiamo riorganizzato il nostro modello di business sulla base delle richieste del mercato e abbiamo appreso tutte quelle nozioni non tecniche che ci hanno portato all’apertura della startup. Infine, aver vinto il primo premio ci ha permesso di avere una grande visibilità tra le aziende lombarde, diventando un fattore di marketing non trascurabile. Siamo cresciuti da un semplice prototipo in fase di domanda, fino a prodotto commerciale con i primi clienti e le prime partnership in essere, attraverso la creazione di una Spin-off dell’Università degli Studi di Milano”.

 

Fondamentale anche il ruolo del mentor…
“Il ruolo dei mentor è stato fondamentale così come quello degli altri docenti del percorso di accelerazione. Attualmente continuiamo ad avere rapporti proficui con il nostro mentor di StartCup con il quale stiamo definendo un rapporto di collaborazione come business developer”.

 

I vostri suggerimenti ai nuovi partecipanti dell’edizione 2018?
Lavorare molto sul modello del business con brainstorming tra tutti i membri del team e guardando i concorrenti nel settore focalizzandosi su numeri credibili e su modelli semplici. Lavorare per semplificare la presentazione della propria idea imprenditoriale che deve essere di immediata comprensione sia dal punto di vista innovativo che da quello della redditività del business.

Idroplan vincitrice della categoria Clean&Industrial Technologies

Nel settore delle Clean&Industrial Technologies la vincitrice è stata Idroplan, il driver che guida i contadini per ottenere un’adeguata irrigazione delle proprie colture. Abbiamo sentito anche in questo caso il CEO.

 

In che modo Start Cup Lombardia vi ha supportato e vi è stata concretamente utile per il lancio del vostro progetto di business sul mercato?

Start Cup Lombardia ha rappresentato per tutto il team di idroplan un momento di confronto determinante per affrontare nel modo giusto gli ultimi 12 mesi: grazie al lavoro svolto nel corso del programma, abbiamo impostato lo sviluppo del prodotto sulla base di un contatto diretto e costante con il mercato per validare continuamente le nostre ipotesi e i passi compiuti. Oggi idroplan è attiva su un importante ed esteso primo gruppo di agricoltori pilota, con i quali settimanalmente organizziamo dei momenti di condivisione e confronto. Oltre la strategia di approccio al mercato, Start Cup Lombardia è stata fondamentale anche per i contatti generati con i mentor, i partner del programma ed altri startuppers.

Come si è svolto il vostro percorso di crescita durante e dopo la competition, affiancati dai mentor di Start Cup Lombardia?

Sicuramente il ruolo dei mentor e dei partner della Start Cup Lombardia è stato molto importante. Aver potuto lavorare insieme in sessioni molto intense ci ha permesso di intraprendere i giusti passi. Il network su cui si può fare affidamento è un valore che pochi altri programmi offrono. Per noi di idroplan, concretamente, ha significato entrare in contatto con personalità che ci hanno potuto consigliare su come efficacemente proteggere la proprietà intellettuale del nostro prodotto.

Che cosa suggerite ai nuovi partecipanti dell’edizione 2018?

Non abbiate paura di mettervi in gioco! Nelle prime fasi di vita di una startup, il vostro principale pensiero deve essere quello di ridurre l’incertezza intorno al vostro business. Sfruttate il più possibile i mentors e i partner di Start Cup Lombardia con questo pensiero, perché con la loro esperienza possono aiutarvi a muovervi nella giusta direzione. In bocca al lupo!

 

Qui il video  delle premiazioni della passata edizione.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter