Mag 14, 2018

L’assicurazione diventa social con Axieme, startup di Torino

La filosofia dei gruppi di acquisto applicata al mercato assicurativo: Edoardo Monaco è il primo in Italia a provarci

Pensare all’assicurazione solitamente non piace. Ma quella di Axieme è una storia che potrebbe farvi cambiare idea. La percezione riguardo alle polizze, documentata dagli ultimi studi di settore effettuati in Italia, è quella di una tassa: inutile, nel caso non si siano verificati sinistri.

 

“Quando lavoravo come assicuratore – spiega Edoardo Monaco, co-fondatore della società torinese – i miei clienti si lamentavano sempre del costo. Non ritenevano giusto dover pagare ogni anno lo stesso prezzo, se non più alto, anche se non avevano usufruito della polizza. Axieme è nata proprio per questo”.  Detto, fatto.

 

Il funzionamento è semplice. Se l’assicurato non subisce sinistri, Axieme gli restituisce una parte dei soldi pagati per avere la copertura. L’importo rimborsato prende il nome di “giveback”. La solidità è garantita dal fatto che Axieme non è una compagnia, ma un intermediario regolarmente autorizzato dall’autorità di vigilanza: si appoggia quindi alle compagnie tradizionali, con cui contratta come gruppo d’acquisto. In questo modo riesce a mantenere gli stessi prezzi che è possibile trovare online o in agenzia, a realizzare un margine, e persino a restituire qualcosa agli assicurati, che potranno impiegare quanto risparmiato per iniziative benefiche o di interesse per i membri.

 

 

La startup è stata presentata a Heroes Meet in Maratea 2017 classificandosi in seconda posizione, e ha già diversi clienti. Ad esempio, Jobby ,altra azienda giovane che fornisce una piattaforma per collegare utenti e figure professionali . Jobby ha stipulato una polizza assicurativa con Axieme per proteggere gli iscritti da eventuali infortuni occorsi mentre svolgevano lavori intermediati dalla piattaforma. Come previsto, alla scadenza della polizza assicurativa è stato fatto il conto dei sinistri avvenuti nella community e Jobby ha ottenuto la restituzione di una parte del premio pagato, che ha poi devoluto all’Unicef, organizzazione attenta al tema dello sfruttamento del lavoro minorile.

 

Fondata nel 2016 a Torino, nel 2018 Axieme  è entrata a far parte di Magic Wand, il programma di accelerazione digitale di Digital Magics Spa e del programma di raccolta di capitali di ClubDealOnline. L’obiettivo è, naturalmente, quello di diventare protagonista del mercato insurtech, aggiungendo, però, una connotazione etica.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter