immagine-preview

Mag 11, 2018

Disrupt Gratta e Vinci. Ecco il contest per startup lanciato da Lottomatica

Lottomatica, lancia un contest aperto a startup, creativi e sviluppatori, per portare innovazione digitale nel Gratta e Vinci online

“Il Gratta e Vinci è un gioco dove la fortuna conta molto, ma pensiamo sia giunto il momento di fare qualcosa di diverso… Per questo abbiamo bisogno di te!” si legge sul sito.

Lottomatica ha indetto un contest dal nome “Disrupt Gratta e Vinci”, programma orientato alla creazione di valore che si basa sul merito di chi proporrà le idee e le soluzioni migliori per innovare il Gratta e Vinci Online. È un’iniziativa dove a contare è la capacità di contribuire all’innovazione in un settore stimolante e ricco di sfide con l’obiettivo di costruire business concreti e capaci di crescere nel tempo.

Alla ricerca di idee disruptive

 

Si cercano idee disruptive che non siano basate su restyling grafici o propongano promozioni sul gioco già esistente ma qualcosa di sorprendentemente innovativo.

Ma si punta su nuovi concept del servizio, nuove funzionalità, nuove esperienze d’uso (UX), che si declinino sui diversi canali digitali – web, mobile app, smartTv. Magari attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative – interfacce avanzate, realtà aumentata, blockchain, intelligenza artificiale, ecc. – o che interpretino in modo creativo i principali trend di cambiamento nelle abitudini di entertainment dei consumatori.

Può essere un concept di innovazione radicale delle lotterie scratch online che metta in discussione il prodotto, il modo in cui viene venduto o la meccanica di gioco, trovando nuovi ambiti di applicabilità, nuove modalità di gioco o di vendita per trasformare l’esperienza di intrattenimento associata al Gratta e Vinci online in qualcosa di diverso e interessante per un ampio bacino di consumatori.

In alternativa anche una risposta tecnologica di frontiera che comprenda prodotti, combinazioni di prodotti e servizi che risolvono specifiche esigenze di business, con impatto sulla flessibilità, efficienza, efficacia e apertura dei processi di Lottomatica.

 

 

Chi può partecipare?

 

Il contest è aperto a sviluppatori, startup, provider tecnologici, agenzie, professionisti della creatività e della comunicazione, studenti e tutti i proponenti, purché maggiorenni: sia persone e imprese che hanno semplicemente una buona idea, sia persone e imprese che hanno già tecnologie e strumenti pronti per essere implementati.

 

 

Come partecipare?

 

Puoi candidarti compilando il form di registrazione e inviare la candidatura online.
C’è tempo fino al 31 maggio.

E’ possibile inviare la candidatura online sul sito di Lottomatica.

Al termine di questo periodo, tra le candidature verranno selezionati 10 progetti (5 per categoria utenti cioè persone fisiche, 5 per categoria utenti professionali cioè aziende) che avranno la possibilità di accedere alla fase di pitching&valuation, ovvero potranno essere esposti davanti a una Giuria che selezionerà due vincitori (1° classificato per persone fisiche e 1° classificato tra aziende). I finalisti saranno indicati entro il 22 giugno.

 

 

I canali digitali di Gratta e Vinci

 

Lottomatica è pronta a mettere in discussione tutto l’impianto del “Gratta e Vinci”, dal prodotto alle strategie di vendita fino a toccare anche le logiche di applicabilità del gioco stesso, partendo dalle sue basi. Come si apprende dal sito.

l canali digitali di Gratta e Vinci, ovvero Desktop, Mobile e Side Game, sono importanti per ottimizzare l’esperienza di gioco. Il multidevice permette di accedere in qualunque momento, di riproporre virtualmente la gestualità del biglietto fisico, di aumentare le occasioni di gioco. Il numero di giocatori online è sensibilmente inferiore al numero di giocatori del tradizionale biglietto cartaceo anche per mancanza di fiducia e confidenza con l’esperienza digitale.

Ecco alcuni degli elementi che mancano nella versione online di Gratta e Vinci e che il giocatore fisico segnala come poco efficaci: la scelta del biglietto e la modalità di “scratch” sono più fredde e meccaniche (ad esempio non hai la possibilità di scegliere una particolare serie, una posizione specifica); manca la condivisione del gioco con altri (non puoi scegliere di interagire e giocare con altre persone); diffidenza verso l’esperienza virtuale: si ha l’impressione di affidarsi a un “sistema aleatorio”.

 

 

Chi gioca on line?

 

Nei grafici che seguono emerge che il 42% dei giocatori si trova al Sud e nelle isole. Che gioca il 73% degli uomini rispetto al 23% di donne. E che il 33% ha un’età superiore ai 44 anni.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter