Dic 21, 2017

Mobilità condivisa a tre ruote | Zig Zag Sharing

Il nuovo servizio di sharing mobility è arrivato a Roma. Prossima tappa Milano dal 2018

Quando sentiamo parlare di mobilità a basso impatto ambientale, pensiamo sempre alle auto elettriche o alle pedalate in bicicletta per raggiungere il posto di lavoro. Si tratta di mezzi che contribuiscono alla diffusione di una mobilità sempre più sostenibile. Meno inquinamento, meno traffico per le strade, maggiore sicurezza sono anche le caratteristiche della sharing mobility, la mobilità condivisa che aiuta a rendere le città davvero sostenibili. Questa è l’obiettivo di Zig Zag Sharing, nuovo servizio di condivisione su tre ruote a Roma. 

© Ufficio Stampa Zig Zag sharing

Sharing mobility

“La sharing mobility rappresenta, ad oggi, ancora un mercato tutto da sviluppare – ha dichiarato Alessandro Cavallo, Manager e partner di Traction Management, che ha supportato Zig Zag Sharing – siamo orgogliosi di aver potuto contribuire alla crescita e lo sviluppo di un progetto tutto italiano come quello di Emanuele e Diego, perdipiù in un mercato molto complesso, che vede una forte presenza straniera e ancora troppo poco italiana. Abbiamo accettato con entusiasmo la sfida di collaborare con Zig Zag, sapendo che sarebbe stato difficile competere con i budget delle multinazionali, abbiamo perciò dovuto studiare una strategia efficace, misurabile, scalabile e con ROI positivo sin da subito».

Dopo Roma, Milano

«Siamo molto felici di questa collaborazione – commenta Emanuele Grazioli, amministratore Zig Zag Sharing. Una collaborazione per noi molto importante perché fondata su una profonda intesa professionale basata sulle competenze e sui risultati che ci consente ora di sfidare con successo i competitor sia sul territorio italiano e presto anche in quello europeo, incrementando gli iscritti e la frequenza di uso da parte degli utenti». Roma è solo il primo passo di un progetto più ambizioso, che includerà la città di Milano già dal 2018 fino ad espandersi oltre i confini italiani, una campagna di fundraising agli inizi del prossimo anno ed infine un importante round di finanziamento che si concluderà proprio in questi ultimi giorni. 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter