Le 4 startup scelte da Generali e H-Farm per l’Health&Welfare Accelerator

Le quattro startup sono state selezionate per un percorso di accelerazione di 4 mesi, durante il quale potranno sviluppare i loro progetti

Generali Italia e H-Farm hanno selezionato 4 startup attive nel settore della salute per l’Health&Welfare Accelerator. Sono Holey, StayActive, Knok e Milo (le prime 2 provenienti dall’Italia, le altre da Portogallo e Stati Uniti). Si occupano rispettivamente di progettazione di gessi ortopedici, di un device per la correzione della postura scorretta, di un’app per contattare il dottore più adatto e di uno strumento per test clinici di sangue, urine e saliva. Le quattro startup iniziano un percorso di accelerazione di 4 mesi nel campus di H-Farm a Roncade, durante il quale potranno sviluppare i loro progetti. Al termine del programma di accelerazione, a marzo 2018, le startup parteciperanno alla Demo Night durante la quale presenteranno i risultati maturati a investitori, fondi e venture capital. Le 4 startup sono state scelte fra 600 candidature (provenienti da 15 paesi). Fra i criteri, la possibilità che queste soluzioni possano essere adottate da Generali Welion, società di welfare integrato di Generali Italia.  

Dai gessi in 3D alle analisi con lo smartophone

Produrre gessi e tutori ortopedici su misura, grazie alla stampa 3D: di questo si occupa Holey, startup fondata da Gabriel Scozzarro, Francesco Leacche, Edoardo Previti Flesca e Roberto De Ioris. StayActive è un device in grado di correggere la postura scorretta da in piedi e da seduti sviluppato da Francesco Dulio, Luca Scevola, Susanna Brogin. Knok è un’applicazione che permette all’utente di contattare un dottore, scelto all’interno del network di professionisti iscritti a Knok. Milo è una soluzione che permette di effettuare tramite un device sviluppato dalla stessa startup, test clinici del sangue, delle urine e della saliva e di riportarne i risultati sull’applicazione Mobile.