La startup dell’arredo componibile ha chiuso un round da 400 mila euro | Playwood

A investire nel progetto LVenture, Barcamper Ventures e alcuni membri di Angel Partner Group

Aumento di capitale di 400 mila euro per PlayWood. A investire nella startup, che ha sviluppato un sistema di arredi componibili, LVentureBarcamper Ventures (fondo di investimento gestito da Primomiglio) e alcuni membri di Angel Partner Group (APG). La startup, fondata nel 2014 da Stefano Guerrieri, Carlotta Nizzoli e Mirco Bonilauri, ha sviluppato un sistema che permette di montare il proprio arredo alla maniera di un lego: ogni modulo può essere riassemblato per nuovi progetti. A oggi, la società dichiara di distribuire il proprio prodotto in 18 paesi, dal Giappone agli Stati Uniti. L’investimento sarà utilizzato per sviluppare la struttura dell’impresa, accrescere il team ed ampliare il mercato internazionale. PlayWood ha partecipato alla scorsa edizione del programma di accelerazione di LUISS Enlabs. Il 10 ottobre ha vinto il premio Be a B Corp, la prima edizione del programma organizzato e promosso da Ayming, per supportare le giovani imprese che fanno della sostenibilità il proprio modello di sviluppo.

Ora il salto di qualità…

«Siamo orgogliosi di sostenere una giovane e promettente realtà come PlayWood – ha dichiarato Luigi Capello, ceo di LVenture Group – che è riuscita a coniugare funzionalità, estetica e Made in Italy in un progetto dalle grandi potenzialità. Siamo più che convinti che adesso la startup riuscirà a fare il salto di qualità che tutti noi ci auspichiamo e ad affermarsi a pieno titolo sul mercato internazionale». Per Franco Gonella, board member di Primomiglio, i punti di forza del progetto sono «il talento degli imprenditori, il prodotto altamente innovativo, il modello di business basato sulla produzione decentrata, la community di designer che supporta il team, i primi dati di traction sul mercato. Con PlayWood – ha aggiunto – abbiamo voluto investire anche su un nuovo modello di business che fa leva sul design Made in Italy».