La campagna di fundraising di Together Price

Il marketplace della condivisione di Marco e Sabrina Taddei e di Luca Ugolini ha lanciato la campagna di fundraising durante il Demo Day a LUISS Enlabs 

Un goal da 450 mila euro: questo l’obiettivo di Together Price,  startup che consente di condividere in gruppo una spesa comune di prodotti e servizi digitali multi account, che ha lanciato la campagna di fundraising, durante il Demo Day LUISS Enlabs (appuntamento finale del programma di accelerazione).

L’unione fa la forza

L’unione fa la forza, aumenta il potere d’acquisto collettivo e permette di ridurre il prezzo dei nostri acquisti. Su questa premessa Together Price, la startup di Marco Taddei (ceo e cto), Sabrina Taddei (si occupa del marketing) e Luca Ugolini (business analyst), ha sviluppato una piattaforma che facilitare l’utente nel processo di creazione e gestione di un acquisto di gruppo. Per condividere le spese di gestione di servizi in abbonamento di streaming tv, per un antivirus, o altri account. Ognuno insomma può cercare persone con cui sostenere i costi di gestione o condividere i propri account già attivati con gli amici.

La piattaforma

La piattaforma è sul mercato da giugno 2016 , a gennaio 2017 ha iniziato a monetizzare con un modello B2C applicando una fee sulle transazioni di partecipazione ad un gruppo di condivisione e con un modello B2B guadagnando una quota fissa con accordi di affiliazione da grandi players . In pochi mesi Together Price ha stretto accordi con banche come N26 e HYPE per le quali promuove l’apertura di nuovi conti online, ma anche provider internazionali come NordVPN e Adobe Creative Cloud che utilizzano Together Price per incrementare la vendita dei loro piani multi account.

La campagna di fundraising

Gli utenti registrati sono attualmente più di 70k e hanno prodotto un flusso di transazioni per l’ammontare di 140k di cui 42k sono il fatturato cumulato B2C e B2B da gennaio ad oggi con un tasso di crescita del fatturato che si attesta al 26% mese su mese. Together Price ha lanciato in questi mesi una soluzione innovativa, ma vuole continuare a crescere e iniziare la scalata nei mercati internazionali, in particolare verso la Spagna e il mercato anglosassone dove ha già stretto accordi con player locali . Per farlo ha avviato appunto una campagna di fundraising aprendo la propria compagine a chi vorrà entrarvi come nuovo socio.