I tre progetti che hanno vinto Merck4Health 2017

Kronos DNA, Pedius e Next Capodarco i progetti che hanno vinto la maratona di 24 ore dedicata alle soluzioni innovative in ambito healthcare, organizzata da Merck in collaborazione con Digital Magics ed HealthwareLabs

Kronos DNA ha vinto domenica 5 novembre la seconda edizione di Merck4Health, maratona di 24 ore organizzata dalla multinazionale farmaceutica Merck in collaborazione con HealthwareLabs e Digital Magics per sviluppare soluzioni innovative nel settore della salute e del benessere. Lo spin-off dell’Università Federico II di Napoli è composto da un team tutto al femminile e ha sviluppato un kit contro l’infertilità: ha vinto 5 mila euro e l’opportunità di partecipare al Festival dell’Innovazione (a Dubai dal 20 al 26 novembre 2017) e ad un programma di accelerazione. Secondo posto per Next Capodarco e Pedius: vincono entrambi una viaggio a Berlino per Frontiers Health 2017 (16 e 17 Novembre) e programma di accelerazione. Next Capodarco è  un laboratorio d’innovazione sociale che ha l’obiettivo di creare nuove opportunità organizzative e di lavoro per la cooperativa. La startup di Lorenzo Di Ciaccio ha sviluppato invece un’applicazione che permette ai non udenti di effettuare normali telefonate, utilizzando tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale.

17 team per 5 sfide

Alla 2 giorni di Merk4Health hanno partecipato più di 70 fra programmatori, designer e marketing specialist, che si sono divisi in 17 team. Domenica hanno presentato i loro progetti, rispondendo a una di queste 5 sfide: comunicazione medico-paziente, ottimizzazione dell’assistenza dei pazienti in trattamento con l’ormone della crescita, miglioramento dell’esperienza durante i trattamenti per l’infertilità, supporto pratico nella quotidianità dei pazienti con sclerosi multipla, approccio multidisciplinare nella gestione del paziente oncologico.

I mentor della maratona

Valentino Megale, Co-Founder di TOMMI, Giovanni De Caro, CEO di Volano, Luca La Mesa, Ambassador di SingularityU, Roberto Ascione, CEO di Healthware International, Nicola Mattina Co-Founder di Stamplay sono stati solo alcuni dei mentor e degli speaker che durante le due giornate dell’hackathon hanno supportato i team e condiviso la loro esperienza e visione sull’innovazione digitale nel mondo salute.

Le proposte sono state valutate da una giuria di esperti costituita da Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia, Giorgio Pinci, Direttore Commercial Operations Biopharma di Merck in Italia, Munya Chivasa, Innovation Manager di Merck in Germania, Henry Zubaida di Merck Ventures in Olanda e Roberto Ascione.