Merck for Health, l’hackathon di 24 ore che cerca innovazione nella sanità

L'azienda farmaceutica tedesca organizza a Roma per il 4 e il 5 novembre la seconda edizione dell'evento aperto a startup e giovani talenti con idee valide nel settore. Al vincitore un grant di 5mila euro

La salute digitale al centro di un hackathon di 24 ore per startup e giovani talenti. È la seconda edizione di Merck for Health in programma a Roma il 4 e il 5 novembre. L’evento è realizzato in collaborazione con HealthwareLabs e Digital Magics HealthTech. L’azienda farmaceutica tedesca vuole con questa iniziativa stimolare l’applicazione delle nuove tecnologie al mondo della sanità. Per i progetti più meritevoli in palio un grant di 5.000 euro, la partecipazione a eventi formativi internazionali e a programmi di incubazione.

«Andare oltre l’innovazione nei farmaci»

«La pervasività del digitale in ambito Healthcare sta radicalmente modificando gli scenari del settore, aprendo nuove opportunità per tutti gli attori del sistema salute», spiega Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia. L’azienda ha ben chiara quindi la necessità di non potersi concentrare solamente sullo sviluppo di nuovi farmaci. «Dobbiamo integrare sempre di più nella nostra strategia l’utilizzo della tecnologia e del digitale per rispondere alle esigenze terapeutiche ancora insoddisfatte. È per questo che, con la seconda edizione di Merck for Health, abbiamo rinnovato la nostra sfida alla creatività di giovani talenti, certi che la loro visione e le loro intuizioni potranno aiutarci a creare soluzioni veramente innovative per la salute», spiega ancora Messina.

I vincitori della prima edizione

La prima edizione della manifestazione ha visto 120 partecipanti e 13 team. I vincitori sono stati cinque tra i quali la startup TOMMI che ha proposto un sistema di realtà virtuale e gamification destinato ai bambini malati di cancro come sostegno nel processo terapeutico. Dal team della startup arriva la conferma dell’opportunità rappresentata dalla vittoria: «Abbiamo avuto la possibilità di trascorrere tre mesi nell’Innovation Center di Darmstadt, confrontarci con tante realtà internazionali e provare la nostra app presso centri ospedalieri, raccogliendo preziosi feedback per migliorarla. Siamo inoltre di recente stati selezionati per partecipare a eventi molto importanti, quali il Lean Startup Academy e il Web Marketing Festival 2017», ha detto Bruno Lenzi, founder di Tommi.

Le categorie dell’hackathon

Anche per il 2017 Merck for Health si aprirà a startup, giovani talenti, professionisti della salute, esperti di marketing&comunicazione, creativi, designer, developer e appassionati di tecnologie digitali per ideare e sviluppare soluzioni innovative riguardanti diverse aree:

  • comunicazione medico-paziente;
  • ottimizzazione dell’assistenza dei pazienti in trattamento con ormone della crescita;
  • miglioramento dell’esperienza durante i trattamenti per l’infertilità;
  • supporto pratico nella quotidianità dei pazienti con Sclerosi Multipla;
  • approccio multidisciplinare nella gestione del paziente oncologico.

A disposizione dei partecipanti mentor e relatori che guideranno i progetti verso la fase finale. Il premio in denaro è previsto solo per il primo classificato. Altri due progetti saranno selezionati per andare a Berlino al Frontiers Health 2017 del 16 e 17 novembre e per accedere a dei programmi di accelerazione o incubazione.