Tecnologia, salute e qualità della vita: le 6 startup del Premio Cuore Digitale

Il 2 ottobre 2017, a Palazzo Giustiniani, la terza edizione del Premio assegnato a startup, ricercatori, maker italiani che si sono distinti per aver sviluppato soluzioni tecnologiche a servizio della collettività

Scienza per la vita, la tecnologia che ha a cuore la vita delle persone, raccontata dalle donne. E’ questo il tema della terza edizione del Premio Cuore Digitale (istituito nel 2015 dall’Associazione no-profit Cuore Digitale di Roma), che viene assegnato a startup, ricercatori, maker italiani che si sono distinti per aver sviluppato soluzioni tecnologiche a servizio della collettività, con uno spiccato orientamento al sociale. Candidate per il premio 6 startup italiane che hanno sviluppato soluzioni tecnologiche in ambito di: oncologia (Endo-sight), limitazioni sensoriali dell’udito (IntendiMe), ictus (Neuronguard), Parkinson (PD-Watch), autismo (Robomate) e limitazioni sensoriali della vista (Ultrasonic Sight). La consegna del premio (e la successiva tavola rotonda) sono in programma il 2 ottobre 2017, presso la sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, presente il Presidente del Senato Pietro Grasso (QUI i dettagli).  Madrina dell’evento, l’atleta paralimpica Giusy Versace.

Cuore Digitale

Nel 2016 Premio Cuore Digitale ha coinvolto 40 partecipanti in una maratona informatica dedicata alle disabilità visive, un hackathon che ha visto vincitore il team che ha sviluppato “Arianna”, una app mobile per orientare le persone all’interno di supermercati

Le protesi tecnologiche

Dopo la presentazione delle startup in gara, è in programma la tavola rotonda “Il valore dell’interazione uomo-macchina – le protesi tecnologiche”, con la partecipazione di Lorenzo De Michieli, responsabile del Laboratorio congiunto di Istituto Italiano di Tecnologia e INAIL “Rehab Technologies”, Daniele Mazzei, ricercatore del “Centro E. Piaggio” dell’Università di Pisa e Giusy Versace, con la moderazione di Roberta Ammendola.

Storie di giovani, provenienti da tutta Italia

«Protagoniste di questa edizione saranno le storie di giovani, provenienti da tutta Italia, che hanno messo la loro creatività e il loro ingegno a servizio della collettività, sviluppando soluzioni tecnologiche altamente innovative, per migliorare le condizioni di salute e la qualità di vita delle persone fragili – ha spiegato Gianluca Ricci, Presidente dell’Associazione Cuore Digitale – ascolteremo le storie di vita di persone che stanno traendo giovamento da queste innovazioni e il contributo di personalità del mondo della ricerca scientifica e della medicina che hanno collaborato al loro sviluppo, le loro testimonianze ne dimostreranno il reale impatto».

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia