Da Foundamenta al primo round | Così cresce EpiCura, la startup della fisioterapia a casa

Accelerata nell’ultimo batch del programma di SocialFare, la startup torinese che si occupa di fisioterapia e osteopatia a domicilio sta per chiudere il primo aumento di capitale

EpiCura è una startup torinese che si occupa di fisioterapia e osteopatia a domicilio. Accelerata nell’ultimo batch del programma di SocialFare, Foundamenta#3,  ha aperto un round di investimento pochi giorni dopo la costituzione societaria e ha già raccolto, a poche settimane dal termine fissato per il 30 settembre, 105 mila euro da investitori privati. La società, fondata il 15 giugno 2017 da Alessandro Ambrosio, Gianluca Manitto e Alessandro Picatto, ha condotto con successo una prima fase di test a Torino e, da inizio luglio, è attiva anche a Milano. La rete di professionisti, che appena 3 mesi fa contava 5 profili attivi, oggi supera i 50 ed è in continua crescita. Dunque, il 30 settembre chiude il round di EpiCura, mentre il 1 ottobre si chiudono i termini per partecipare a Foundamenta#4, il quarto batch di accelerazione di Social Fare (QUI i dettagli e le info per applicare, QUI il bando).

Leggi anche: La piattaforma digitale di fisioterapia e osteopatia a domicilio. EpiCura (SocialFare)
Epicura

Ci prepariamo già al secondo round

«Siamo giovani ma abbiamo le idee molto chiare – fanno sapere i founder di EpiCura Alessandro Ambrosio e Gianluca Manitto – il capitale raccolto sarà destinato principalmente allo sviluppo tecnologico e all’espansione nel nord Italia. Guido Nebiolo, il nostro cto, sta lavorando ad una nuova versione della piattaforma che sarà online nel mese di ottobre e ci permetterà di espandere il servizio in almeno altre 2 città entro la fine dell’anno. Parallelamente – hanno aggiunto – stiamo portando avanti i rapporti con numerosi investitori e fondi d’investimento perché, se le cose andranno come previsto, apriremo un secondo aumento di capitale nei primi mesi del 2018 con l’obiettivo di replicare il modello di business in tutte le più grandi città italiane. Siamo motivati ma allo stesso tempo sorpresi: non ci aspettavamo di riuscire a conquistare così velocemente la fiducia di numerosi investitori e avercela fatta ci rende ancora più orgogliosi e desiderosi di non deludere le aspettative. Un ringraziamento speciale lo dobbiamo al fantastico team di SocialFare, i tre mesi passati con loro sono stati fondamentali sia per la sviluppo del nostro progetto che per la nostra crescita personale come imprenditori».

Leggi anche: Soluzioni innovative alle sfide della società: la call Foundamenta#4

Foundamenta#4

Foundamenta#4, è la call per accelerare startup a impatto sociale lanciata dal team di SocialFare | Centro per l’Innovazione Sociale questa estate. Il programma prevede 4 mesi di accelerazione full-time, un seed fund (cash) di almeno 10K fino ad un massimo di 30K più 40K erogati in servizi in cambio del 7% di equity, team dedicato di accelerazione, possibilità di networking con più di 50 fra investitori e mentor e un desk nell’area co-working e sale riunioni a Torino (presso Rinascimenti Sociali). Il programma è promosso e gestito da SocialFare con il sostegno della Compagnia di San Paolo ed il supporto di una rete di social impact investor privati.

 

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia