WheesBee, per l’innovazione le imprese si affidano a un motore di ricerca

La piattaforma funziona un po’ come Google, catalogando documenti e progetti di sviluppo. “L’obiettivo? Diventare uno strumento usato quotidianamente, essenziale e insostituibile”

WheesBee è un motore di ricerca che analizza e organizza milioni di documenti e informazioni relative ai processi di innovazione tecnologica. Un servizio non da poco per aziende e imprese che oggi si trovano a dover fare i conti con un immensa quantità di dati che gira per il web.

 

WheesBee, il Google dell’innovazione

La piattaforma funziona un po’ come il famoso motore di ricerca di Mountain View, solo che i dati offerti agli utenti sono molto specifici. Milioni di brevetti e progetti di ricerca, oltre a indicazioni precise su come innovare grazie all’implementazione di una metodologia. Un database che suggerisce agli utilizzatori strade nuove per la soluzione dei problemi e il miglioramento dei processi produttivi.

“L’idea è nata in Italia all’interno di Innovation Engineering sulla scia dei numerosi progetti di ricerca realizzati come supporto alle imprese nei processi di innovazione”, ha spiegato all’ANSA Paolo Salvatore, Responsabile Business Development e Strategie di Innovation Engineering. “Durante tali progetti abbiamo avuto modo di rilevare la difficoltà delle aziende nell’accesso e nell’analisi delle informazioni per capire come innovare, con quali strumenti e con quali partner. L’assenza di una soluzione completa, ma al tempo stesso di facile utilizzo, ci ha spinto a ideare e progettare WheesBee”.

WheesBee si rivolge a tutte quelle aziende che utilizzano l’innovazione come driver per la crescita affiancandole con un supporto costante da parte degli esperti di Innovation Engineering.

 

Uno sguardo al futuro

Dopo l’Italia, il motore di ricerca punta già all’estero e a un prossimo lancio globale. “L’obiettivo è diventare per le imprese che fanno innovazione quello che oggi è Google per ognuno di noi”, ha proseguito Salvatore. “Uno strumento usato quotidianamente, essenziale e insostituibile. Ad oggi non ci sono piattaforme che offrono le stesse funzionalità. Ci sono numerosi strumenti informatici che sono focalizzati sull’analisi brevettuale, ma che non danno suggerimenti su come e dove innovare”.

E proprio come Google, WheesBee potrebbe presto diventare un must per tutte le imprese che vogliono rinnovarsi.

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

#rESTATE in città coi bambini: 5 cose da fare a…Bologna

Dalla mostra interattiva Bologna Experience, al ciclo di eventi “Un’estate alla scoperta dell’Orto Botanico“.  Dall’appuntamento alla Serre dei Giardini Margherita allo spettacolo Sandokan al Teatro Testoni. Tutte le attività culturali e scientifiche per chi resta in città con i bambini

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Megaride, l’arma segreta Ducati: un software per ottimizzare le performance dei pneumatici in pista

Megaride, la startup di Flavio Farroni che analizza la salute dei pneumatici, stringe una partnership con Ducati per ottimizzare le performance in pista. Questa l’arma segreta che ha regalato a Dovizioso la vittoria nella gara austriaca della MotoGP?

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti