Redazione

Redazione

Giu 5, 2017, 8:01am

Redazione

Redazione

Giu 5, 2017, 8:01am

#MeetSanofi, contro la Sclerosi Multipla viene in aiuto la tecnologia (e lo sport)

Il terzo incontro organizzato da Sanofi ha avuto come obiettivo quello di sensibilizzare i presenti sull'importanza di mantenere un corretto stile di vita. Sport, alimentazione e tecnologia i protagonisti dell'evento

Convivere ma anche vivere al meglio con la sclerosi multipla grazie all’innovazione, a una buona alimentazione e allo sport. La qualità di vita delle persone con SM passa anche attraverso le buone pratiche quotidiane. Se n’è discusso nell’headquarter di Sanofi Italia in occasione della Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla.  Il terzo appuntamento di #MeetSanofi “Empowering people with MS”  ha messo al centro proprio le buone pratiche per aiutare le persone con SM ad affrontare meglio la vita quotidiana.

Sono intervenuti Celia Guimaraes (Rainews24), Flavia Fusè (Scuola Italiana di Nordic Walking), Antonella Losa (nutrizionista), Filippo Scorza (Amyko e vincitore Tech Care 2016), Alice Soru (Open Campus) e i blogger di “Giovani Oltre la SM”. A moderare Giampaolo Colletti.

Ecco che cosa è successo attraverso i Tweet

L’hackathon di Tech Care

Durante l’evento si è parlato di Tech Care l’hackathon promosso dall’AISM Cagliari e Fondazione di Sardegna, e realizzato da Open Campus con il sostegno di Sanofi Genzyme che ha coinvolto 90 partecipanti tra persone affette da SM, clinici e innovatori.

La giuria di Tech Care ha deciso di premiare SMile, un’applicazione ideata per seguire le persone malate di Sclerosi Multipla in un percorso adattato di attività fisica, che si è aggiudicata tutti i 4 premi in palio: un voucher del valore di 3 mila euro da spendere in servizi finalizzati allo sviluppo del progetto; una postazione gratuita per 3 mesi all’interno dello spazio di coworking Open Campus; la partecipazione a CambiaMENTI, il programma di Sardegna Ricerche che mira a identificare e valorizzare le migliori idee imprenditoriali ad alto valore sociale e ambientale; la partecipazione, per un membro del team, alla Summer School di RENA, cinque giorni di formazione, incontri con esperti di alto profilo, discussioni avanzate su temi specifici e workshop.