La call del premio Copernicus per le startup dello Spazio (che osservano la Terra)

Fino al 30 giugno è possibile partecipare al concorso internazionale che premia le idee innovative e i progetti che riguardano le osservazioni della Terra

Copernicus Masters è una piattaforma internazionale che si occupa di applicazioni commerciali legate all’osservazione della Terra. Proprio l’osservazione della Terra e i Big Data derivanti dal programma di monitoraggio ambientale Copernicus producono una grande quantità di informazioni utili per prodotti e servizi innovativi. Saperli cogliere e sfruttare rappresenta una sfida per trovare soluzioni per il futuro. Per questo motivo è nato il premio Copernicusconcorso internazionale che aiuta gli imprenditori a portare nuove idee sul mercato che siano innovative e orientate al futuro. Una sfida che finora è stata accolta da più di 1000 partecipanti, con oltre 900 idee presentate da decine di paesi di tutto il mondo. Il progetto continua per il settimo anno con il concorso del 2017. Il premio non è semplicemente una somma di denaro, ma permette di usufruire di supporto, dal marketing alla pubblicità, dal contatto con esperti internazionali all’accesso a fondi e strutture, per un montepremi totale che raggiunge 1,5 milioni di euro totali. Copernicus Masters ha acceso la call per l’edizione 2017 del suo programma. QUI per applicare (c’è tempo fino al 30 giugno).

copernicus master

 

 

 

Copernicus Masters

Per i candidati dell´edizione 2017 previsti non solo premi in denaro (il montepremi complessivo sfiora i 2 milioni di euro), ma anche nuovi dati dai satelliti, supporto per sviluppo commerciale (tramite il programma Accelerator), l’opportunità di assistere al lancio del prossimo satellite in Guyana Francese e la possibilità´ di fare network con partner, tra cui la Commissione Europea e l’Agenzia Spaziale Europea.

Il Programma Copernicus

Il premio Copernicus nasce nel 2011 grazie all’Agenzia Spaziale Europea (ESA) con l’obiettivo di valorizzare la grande mole di dati che produce il programma Copernicus, già GMES (Global Monitoring for Environment and Security). Il programma prevede lo sviluppo di un complesso e completo sistema di rilevamento e gestione dati sullo stato di salute della Terra. Il monitoraggio riguarda gli oceani, la vegetazione e l’atmosfera, con un’attenzione anche ai disastri ambientali, alla protezione civile e allo sviluppo sostenibile. Il programma si basa sulle rilevazioni effettuate da sei tipologie di satelliti chiamati Sentinel.

Da idee a prodotti per il mercato

Alcune delle idee reputate vincenti negli anni passati si sono trasformate in prodotti per il mercato. Nel 2015 ha vinto il concorso il Building Radar GmbH, piattaforma online che utilizza un algoritmo per identificare nuovi progetti di costruzione in tutto il mondo, tenendo traccia di tutte le modifiche e che contiene già più di 1 milione di progetti e 200 mila profili aziendali. Il 2016, invece, è stato l’anno di Sentinel Hub, un servizio web basato su cloud che semplifica l’accesso ai dati satellitari e permette a utenti non esperti di utilizzare i dati di osservazione della Terra. Il servizio potrà inoltre essere integrato e agevolerà il lavoro quotidiano di sviluppatori e scienziati.

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia