Lorenzo Gottardo

Lorenzo Gottardo

Mag 19, 2017, 1:34pm

Lorenzo Gottardo

Lorenzo Gottardo

Mag 19, 2017, 1:34pm

Sanofi lancia il progetto Pianeta Giovani per supportare l’attività sportiva

L'azienda farmaceutica rinnova il proprio rapporto con la FISI. E per venire incontro ai campioni del domani, ecco in nuovi pulmini che li accompagneranno alle gare.

Sanofi si schiera a fianco degli atleti di oggi, ma soprattutto del domani. L’azienda leader nel settore della farmaceutica e fornitore ufficiale FISI -Federazione Italiana Sport Invernali, ha infatti presentato ieri a Milano il nuovo progetto Pianeta Giovani Sanofi. L’obiettivo è quello di continuare a supportare l’attività agonistica giovanile di più discipline federali. Così che i migliori talenti delle nostre Nazionali giovanili possano in futuro raggiungere importanti traguardi, magari anche in campo internazionale.

Un pulmino per i talenti del domani

E quale forma di supporto migliore poteva offrire Sanofi a dei campioni in erba che appositi mezzi per rendere più agevoli gli spostamenti delle diverse squadre fra le sedi di allenamento e gli appuntamenti di gara. Alla presenza del presidente FISI, Flavio Roda, e del General Manager per la Business Unit General Medicines Sanofi, Marco Grespigna, sono stati consegnati ai rappresentanti dei team i nuovi pulmini con una grafica studiata ad hoc per i giovani atleti.

Pianeta Giovani e il futuro dello sport

“Riparte il Pianeta Giovani, grazie a Sanofi, – ha detto il Presidente Roda – un progetto nato già anni fa e che ha portato alla ribalta internazionale atleti del calibro di Federica Brignone e Dominik Paris. La formula ha già mostrato di essere efficace e ora, grazie al supporto della prestigiosa casa farmaceutica, sarà possibile ripartire su basi rinnovate per garantire ai nostri giovani la massima attenzione e la struttura più efficiente possibile”.

Attestazione di stima accolta con gioia da Marco Grespigna. “Sanofi è orgogliosa di supportare i giovani atleti della FISI. Questi atleti rappresentano il futuro dell’attività sportiva di alto livello e, grazie alla loro energia e alla voglia di crescere, trasmettono un messaggio estremamente positivo”.