Accordo Digital Magics e BacktoWork24 per sostenere le startup italiane

L’obiettivo è strutturare programmi di Open Innovation e creare innovazione aperta, migliorando processi, prodotti e servizi industriali, grazie alle innovazioni apportate dalle startup e ai reciproci network di partner

Digital Magics e BacktoWork24, società del Gruppo 24 ORE, hanno firmato un accordo di partnership per lo sviluppo di startup innovative digitali e di programmi di Open Innovation per le imprese italiane. BacktoWork24 offre soluzioni integrate per favorire l’investimento di risorse finanziarie e competenze professionali da parte di manager e investitori in piccole imprese e startup e organizzerà 4 incontri dedicati alle neoimprese di Digital Magics: il primo si è svolto il 10 maggio a Milano nella sede di via Monte Rosa. Durante il Club Deal, evento di matching che vede riuniti investitori privati, manager, dirigenti e professionisti, Digital Magics ha presentato le proprie startup in fase di funding al network di BacktoWork24.

Digitalmagics

Digital Magics e BacktoWork24 lavoreranno per

strutturare programmi di Open Innovation con l’obiettivo di creare innovazione aperta, migliorando processi, prodotti e servizi industriali, grazie alle innovazioni apportate dalle startup

e ai reciproci network di partner. I manager-investitori di BacktoWork24 potranno anche affiancare i giovani talenti e neoimprenditori mettendo a disposizione le proprie competenze professionali e lavorando a stretto contatto con loro e con il team di Digital Magics.

 

Road to #SIOS17 | Musement: ecco come quattro italiani hanno ripensato al modo di fare vacanza

Tre amici e un’intuizione geniale: storia della startup italiana che ripensa le esperienze di viaggio. In attesa del nuovo StartupItalia! Open Summit di dicembre 2017 intervista a Claudio Bellinzona di Musement, una delle dieci startup finaliste dell’ultimo SIOS

La nuova sneaker di Vivobarefoot è fatta solo con le alghe

L’azienda britannica è pronta a lanciare sul mercato delle calzature anfibie in collaborazione con Bloom Foam. Sono le prime al mondo prodotte a partire dalla vegetazione delle acque inquinate

NotPetya: quando un solo malware è responsabile di miliardi di perdite. I numeri rivelati dalle aziende

I dati pubblicati delle aziende nei rapporti periodici forniscono informazioni sull’impatto del malware. AP Moller-Maersk ha annunciato che l’attacco ha causato perdite per almeno 200 milioni di dollari