Accordo Digital Magics e BacktoWork24 per sostenere le startup italiane

L’obiettivo è strutturare programmi di Open Innovation e creare innovazione aperta, migliorando processi, prodotti e servizi industriali, grazie alle innovazioni apportate dalle startup e ai reciproci network di partner

Digital Magics e BacktoWork24, società del Gruppo 24 ORE, hanno firmato un accordo di partnership per lo sviluppo di startup innovative digitali e di programmi di Open Innovation per le imprese italiane. BacktoWork24 offre soluzioni integrate per favorire l’investimento di risorse finanziarie e competenze professionali da parte di manager e investitori in piccole imprese e startup e organizzerà 4 incontri dedicati alle neoimprese di Digital Magics: il primo si è svolto il 10 maggio a Milano nella sede di via Monte Rosa. Durante il Club Deal, evento di matching che vede riuniti investitori privati, manager, dirigenti e professionisti, Digital Magics ha presentato le proprie startup in fase di funding al network di BacktoWork24.

Digitalmagics

Digital Magics e BacktoWork24 lavoreranno per

strutturare programmi di Open Innovation con l’obiettivo di creare innovazione aperta, migliorando processi, prodotti e servizi industriali, grazie alle innovazioni apportate dalle startup

e ai reciproci network di partner. I manager-investitori di BacktoWork24 potranno anche affiancare i giovani talenti e neoimprenditori mettendo a disposizione le proprie competenze professionali e lavorando a stretto contatto con loro e con il team di Digital Magics.

 

No Commenti a “Accordo Digital Magics e BacktoWork24 per sostenere le startup italiane”

  1. AndyT

    Un progetto molto promettente, che prende atto del fatto che la preparazione al mondo del Lavoro deve iniziare ben prima del dopo-Laurea!

    Sarebbe interessante estenderne l’uso anche a lavoratori e disoccupati over 25, comunque.

    Rispondi
  2. Giorgia

    concordo con andyT, purtroppo il precariato va ben oltre i 25 anni, e potrebbe essere una rete interessante anche più estesa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anche i ragazzi dell’Apple Academy dentro il dream team di Giffoni

Grazie a un’intesa siglata dall’università Federico II e il Giffoni Innovation Hub, gli allievi del polo di San Giovanni a Teduccio potranno integrarsi nel gruppo di innovazione che sviluppa idee imprenditoriali creative connesse al festival del cinema per ragazzi

Dalle borse alla tecnologia. Il marchio Louis Vuitton arriva anche sullo smartwatch

Realizzato in collaborazione con Google e Qualcomm Technology, il Tambour Horizon di Vuitton si differenzia dagli altri per lo stile e la personalizzazione, con una varietà di 30 cinturini sia per uomini che per donne. Può arrivare a costare 2.900 dollari