Lavoro, le sei startup scelte da Accenture per l’HR Tech day

Sei progetti innovativi specializzati nell’ambito delle risorse umane incontrano i responsabili di grandi aziende interessate ad attivare nuove collaborazioni con le startup, attraverso un modello di open innovation. I dettagli dell’HR Tech day di Accenture

Sei startup specializzate nell’ambito delle risorse umane incontrano i responsabili di grandi aziende interessate ad attivare nuove collaborazioni con le startup, attraverso un modello di open innovation. Le startup avranno la possibilità di presentare i loro servizi attraverso una sessione di pitch dedicati e di approfondire la relazione con le aziende. Questo il focus dell’HR Tech day, appuntamento organizzato da Accenture e dedicato appunto alla gestione delle risorse umane. Un ambito in cui l’impatto del digitale sarà sempre più incisivo e renderà necessario investire in una nuova strategia rivolta ai dipendenti, che abbia al centro il reskilling della forza lavoro, per adeguare le diverse professionalità all’evoluzione tecnologica, disegnare nuovi processi e modalità di lavoro e venire incontro alle nuove esigenze delle future generazioni. In quest’ottica la collaborazione con startup specializzate offre alle aziende nuove chiavi di lettura per impostare una nuova valorizzazione dei talenti. L’appuntamento è al Clubhouse Brera di Milano (Foro Buonaparte 22) alle 18. L’incontro vedrà un’introduzione di Stefano Trombetta, Responsabile di Accenture Strategy Talent & Organization, dedicata alla Future Workforce, e di Danilo Mazzara, Accenture Strategy Senior Manager, dedicato all’ecosistema delle startup in Italia. Su Twitter l’appuntamento è #FutureWorkforce e #HRTechDay.

accenture

Una strategia in 5 fasi

L’ iniziativa è parte integrante delle attività a supporto dell’open innovation che per Accenture si sostanzia in una strategia in 5 fasi il cui scopo finale è la “rottura digitale“ per introdurre sul mercato prodotti innovativi: costruzione delle basi per la promozione di una cultura dell’innovazione, definizione degli obiettivi del business, esplorazione (l’azienda deve scoprire le possibilità di contatto con altre realtà per trasformare la visione in azione; sviluppo del prodotto: si fa leva quindi sui migliori player individuati durante la fase di esplorazione), lancio del nuovo prodotto.

Le sei startup selezionate

Just Knock, piattaforma online che vuole innovare il modo di trovare lavoro, permettendo ai candidati di presentarsi alle aziende, inviando idee al posto del CV.

Leggi anche: La startup che ti fa trovare lavoro per la qualità delle idee e non per la lunghezza del curriculum
Face4job, è una piattaforma digitale che riproduce le logiche tipiche dei processi di ricerca e selezione tra azienda e candidato, secondo un processo di interviste basate su competenze e talenti.
Leggi anche: Ecco le 10 professioni in cui è ancora meglio lavorare da freelance in Italia

WeSchool è una piattaforma gratuita per la didattica digitale. Progetta lezioni unendo tutti i contenuti di cui hai bisogno.

Leggi anche: Arriva WeSchool, la piattaforma per creare lezioni collaborative: “Diamo i superpoteri ai prof”
 TeamEQ è un progetto che ruota intorno all’analisi e al miglioramento dei team. Misura le variabili soft (come il benessere, la motivazione e l’allineamento) e fornisce dati in tempo reale che permettono di prendere decisioni strategiche in modo consapevole.
 è un’app che mette in comunicazione tra loro contatti, impegni e riunioni di lavoro. E’ pensata per venditori professionisti, per aiutarli a gestire clienti e trattative.
Leggi anche: Per Apple è l’app più innovativa del 2015, ora la trevigiana Sellf si integra con Slack
 ha sviluppato un pacchetto di soluzioni per introdurre e gestire il welfare (servizi erogati da un’azienda ai propri collaboratori, con l’obiettivo di migliorarne la vita lavorativa e privata) con successo in azienda.

Google lancia Tez, l’app per pagare via smartphone (anche a ultrasuoni)

Esordisce in India una nuova app per pagare e trasferire denaro attraverso il conto bancario sfruttando le onde sonore che identificano il pagatore e il beneficiario. Presto la tecnologia arriverà in altri Paesi emergenti

Il brevetto di Harvard arriva in Italia con la batteria di Green Energy Storage

Il sistema, basato su una molecola estraibile dai vegetali, consente di accumulare energia, riducendo l’impatto ambientale e i costi di produzione. L’idea di business è diventata un caso di successo anche per l’overfunding su Mamacrowd

L’Open Innovation Contest 2018 di NTT Data fa tappa anche in Italia

Aperte fino al 10 ottobre le candidature per le startup che vogliano partecipare al processo di selezione italiano. Dieci imprese si presenteranno al pitch day del 16 febbraio 2018 a Milano e una sola arriverà alla finale del 22 marzo 2018 a Tokyo