Politecnico di Milano, Deloitte e PoliHub cercano nuove idee (tech) di business di studenti. Switch2Product

Rafforzare il trasferimento tecnologico della ricerca e sviluppare nuova imprenditorialità: questi gli obiettivi di Switch2Product Innovation Challenge. Call aperta fino al 4 giugno. I progetti selezionati riceveranno un seed grant e parteciperanno al programma di accelerazione del Politecnico di Milano

Switch2Product Innovation Challenge è il programma di PoliHub (startup district e incubator della Fondazione Politecnico di Milano), che ha la mission di valorizzare le nuove idee tecnologiche e di business di studenti, ricercatori e docenti del Politecnico di Milano e dei professionisti Deloitte. C’è tempo fino al 4 giugno per proporre il proprio progetto QUI e avere la possibilità di accedere a un finanziamento (seed grant) su una dotazione complessiva di 150 mila euro e al programma di accelerazione tecnologica e imprenditoriale dell’ateneo milanese. Le idee vincitrici proposte invece dai professionisti Deloitte riceveranno un finanziamento, si avvarranno di un programma di accelerazione imprenditoriale e di una esperienza formativa qualificante. Obiettivo dell’iniziativa, rafforzare il trasferimento tecnologico della ricerca e sviluppare nuova imprenditorialità. Il programma, giunto alla nona edizione, quest’anno si arricchisce del percorso di sviluppo tecnologico realizzato dal Technology Transfer Office dell’Ateneo, del format Innovation Challenge di Officine Innovazione di Deloitte e delle idee dei professionisti Deloitte.

Switch2Product

Workshop Idea Development & Pitch per le migliori 60

Il programma di selezione è articolato in diverse fasi. Le migliori 60 idee selezionate nella prima fase avranno accesso al Workshop Idea Development & Pitch. Il workshop ha l’obiettivo di potenziare e strutturare una presentazione efficace della propria idea d’innovazione.

Innovation Boost Program per i finalisti

I progetti poi affronteranno un’ulteriore selezione, passando da 60 a 24 (finalisti) e questi ultimi accederanno all’Innovation Boost Program, il percorso a quattro tappe di empowerment tecnologico e imprenditoriale progettato su misura per valorizzare il potenziale innovativo e di business delle idee e definire un concreto piano di sviluppo. L’Innovation Boost Program è realizzato da PoliHub in collaborazione con il Technology Transfer Office e la Business School – MIP del Politecnico di Milano, e con il supporto dei professionisti Deloitte.

A settembre la scelta dei 15 progetti

Il 14 settembre, durante l’evento finale, verranno proclamati i 15 vincitori che saranno ammessi al Programma di Accelerazione, finalizzato alla realizzazione del progetto di innovazione (consolidamento delle competenze di team, prototipazione e sviluppo della soluzione, strategia per l’ingresso nel mercato e contatto con i fondi di investimento, test del modello di business).

Amplificare le migliori idee dell’Ateneo

«La Switch2Product è il programma di potenziamento imprenditoriale di PoliHub che ha lanciato sul mercato decine di startup di successo. Sulla scia di questi risultati, in accordo con il Politecnico di Milano– ha spiegato Stefano Mainetti, ceo di PoliHub – si è deciso per questa nona edizione di investire ulteriormente ponendoci obiettivi più ambiziosi: la S2P diventa una piattaforma unica in Italia specializzata nell’individuare le migliori idee provenienti dall’Ateneo e amplificarne il potenziale di business contribuendo all’avvio di iniziative imprenditoriali di elevata qualità. Questo anche grazie ad uno specifico percorso di accelerazione che prevede l’affiancamento dei progetti finalisti con un team di esperti, mentor e consulenti di esperienza e comprovato valore».

Unire le eccellenze del pensiero accademico con i processi di business

«La collaborazione con il Politecnico di Milano e il PoliHub rappresenta per Deloitte un’occasione unica e straordinaria di unire le eccellenze del pensiero accademico con i processi di business, dando al Paese l’opportunità di avvalersi non solo di idee e di ricerche, ma di vere e proprie soluzioni innovative e concrete per l’industria e l’imprenditoria italiana – ha aggiunto Andrea Poggi, Innovation Leader di Deloitte – per la prima volta in Italia una realtà del settore privato come Deloitte si apre alla collaborazione con un partner accademico di primaria importanza: per Deloitte è fondamentale, in un’ottica di continuo rafforzamento della propria offerta distintiva, fare leva su un ecosistema composto da partner d’eccellenza, ognuno protagonista del proprio ambito di riferimento».

Promuovere una nuova classe di imprenditori

«La vocazione del Politecnico è da sempre ascoltare e supportare le trasformazioni in atto nel mondo delle imprese: oggi riteniamo che sia nostro mandato il presidio di uno sviluppo tecnologico e la promozione di una nuova classe di imprenditori – ha affermato Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico di Milano – S2P è un ottimo esempio di come si possa trovare un’ottima sinergia tra mondo universitario e mondo delle imprese, favorendo la nascita di nuova imprenditorialità».

Blockchain per i rifugiati: ecco come la usa (bene) la Finlandia

Il progetto con la startup locale Moni coinvolge migliaia di persone: una carta-conto e un’identità digitale memorizzate su blockchain pubbliche lavorano per l’inclusione sociale dei migranti

Centy ed Eggup | Che fanno le 2 nuove startup di Digital Magics

I due nuovi progetti innovativi di Digital Magics. Ronchini: «Ci hanno convinto non solo per l’elevato valore innovativo, ma soprattutto per le risposte concrete che queste due startup hanno dato ai rispettivi mercati»