Fazland annuncia un round da 4,5 milioni col fondo venture di Mediaset e RedSeed

Nuovo investimento nel marketplace dei servizi fondato a Reggio Emilia da Vittorio Guarini, Alessandro Iotti e Giovanni Azzali. Entra nella società Ad4Ventures di Mediaset

Dopo aver chiuso un round a settembre 2015 di 1 milione di euro, Fazland ha chiuso un altro investimento, questa volta da 4,5 milioni, con RedSeed Ventures (lead investor nell’operazione) e Ad4Ventures, fondo di corporate venture capital di Mediaset, che fa l’ingresso nella società. La startup, fondata a Reggio Emilia nel 2012 da Vittorio Guarini, Alessandro Iotti e Giovanni Azzali, a cui si è aggiunto Federico Panini come CTO nel 2013, ha sviluppato una piattaforma digitale che permette di descrivere le proprie esigenze attraverso una procedura guidata, e di confrontare le proposte non solo in base al prezzo ma anche a criteri qualitativi quali certificazioni, referenze e recensioni da parte degli altri utenti del sito. Il progetto ha l’obiettivo di affiancare le aziende o gli artigiani nell’acquisizione di nuovi clienti online. Un vero e proprio comparatore che permette a chiunque di trovare i migliori esperti su tutto il territorio nazionale. E mette in contatto utenti e professionisti. «Le risorse raccolte – ha spiegato Vittorio Guarini, CEO di Fazland – verranno investite principalmente in comunicazione per permetterci di incrementare sia il numero di utenti che utilizzano il servizio sia la nostra base di professionisti. L’entrata del gruppo Mediaset è prova della solidità del nostro progetto e ci ha spinto a introdurre nuove figure strategiche nel team aziendale e pianificare investimenti importanti nell’ambito della comunicazione cross mediale».

Fazland

Marketplace di riferimento nel mondo dei servizi in Italia

«A due anni e mezzo dal nostro primo investimento su Fazland, l’azienda ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati. L’ingresso di Mediaset nel capitale sociale aiuterà Fazland ad affermarsi come il marketplace di riferimento nel mondo dei servizi in Italia» ha spiegato Elisa Schembari, Managing Partner di RedSeed Ventures. RedSeed Ventures è la realtà di investimento di venture capital fondata e gestita dai due Managing Partners Elisa Schembari e Roberto Zanco. La società investe prevalentemente in startup e pmi innovative italiane operanti in settori altamente tecnologici (nel suo portafoglio aziende attive nell’economia digitale, aerospaziale, innovazioni industriali, e medical devices).

Come funziona Fazland

L’utente che accede a Fazland può richiedere preventivi personalizzati a professionisti qualificati di svariate categorie quali Casa (imbianchini, idraulici, elettricisti), Business (commercialista, avvocato, notaio), Persona (estetista, personal trainer), Eventi (wedding planner, cuoco a domicilio, fotografo) per poi valutare autonomamente la proposta migliore e concludere la trattativa telefonicamente.

I numeri di Fazland

L’azienda attualmente conta 30 dipendenti e vuole affermarsi come riferimento nel mercato italiano per i professionisti e per gli utenti in cerca di un servizio garantito. Secondo i dati forniti dalla startup: 15 mila professionisti usano regolarmente il servizio, 1.000 le richieste di preventivo al giorno, 4,5 milioni di euro di investimento ottenuto solo nel 2017. Dichiara inoltre di aver superato il milione di euro di fatturato nel 2016, con un totale investimenti ricevuti dal 2014 di circa 6 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La call di dpixel per il secondo programma di accelerazione di Barcamper Ventures

Le startup possono applicare fino al 5 giugno. Il percorso inizierà a settembre 2017, si terrà a Bologna e includerà fino a venti progetti innovativi nel campo della tecnologia e del digitale

Videoarte e tecnologie: dal 27 aprile torna il Media Art Festival, con un concorso per le scuole

Il filo rosso di questa edizione è “L’arte che cambia il mondo”, grazie anche ai laboratori creativi per lo sviluppo sostenibile, realizzati con scienziati e maker. Gli studenti saranno coinvolti con scienziati e artisti in progetti sullo sviluppo sostenibile

Tidal Vision, la startup dell’Alaska che trasforma gli scarti dell’oceano in vestiti

Partito nel 2015 su Kickstarter, il progetto di Craig Kasberg si propone di recuperare la pelle di salmone o i gusci dei crostacei per ottenere capi di abbigliamento sostenibili che rispettino l’ambiente e contrastino gli effetti negativi della cosiddetta fast fashion