F-Secure compra la (ex) startup italiana fondata dall’hacker Andrea Barisani

Exit per la startup di sicurezza informatica di Trieste, comprata dal gruppo del colosso finlandese degli antivirus. Con l'ingresso nel gruppo, Barisani diventa nuovo capo della Sicurezza hardware di F-Secure

Il colosso finlandese degli antivirus F-Secure (ex Data Fellows) ha acquisito una (ex) startup italiana, Inverse Path. L’azienda, fondata a Trieste nel 2005 da Andrea Barisani, fornisce servizi di sicurezza informatica per le industrie dell’automotive e dell’avionica. Non si sa l’ammontare totale dell’exit, poiché i termini dell’accordo non sono stati divulgati.

Perché F-Secure ha comprato Inverse Path

L’acquisto di Inverse Path, dice il responsabile dei servizi di cyber security di F-Secure, Jens Thonke, è destinato a sostenere crescente attività di consulenza della società finlandese, che da almeno trent’anni è competitor diretto nel mercato degli antivirus informatici con società quali Avira, Kaspersky, McAfee, Panda Security, Sophos e Symantec.

«L’esperienza di Inverse Path – è scritto in una nota del colosso – in sicurezza hardware e la sicurezza dei sistemi embedded critici rafforza la posizione di F-Secure come fornitore di servizi per le imprese in settori critici con infrastrutture IT complesse». La startup di Barisani, infatti, è una delle poche aziende leader nella gestione della sicurezza nei cosiddetti sistemi “embedded” (letteralmente, “immersi” o “incorporati”, generalmente tradotti in italiano con “sistemi integrati”), particolarmente utilizzati, a esempio, nell’automotive e nell’industria avionica, per la gestione della sicurezza dei sistemi hardware e software dei veicoli e aromobili, così come nel mercato bancario: gli sportelli Atm (da noi comunemente definiti erroneamente con nome della carta, bancomat) sono basati su sistemi embedded.

andrea-barisani

Il founder Andrea Barisani

Probabilmente, oltre ai prodotti e alla consulenza dell’azienda triestina, quello che interessava davvero al colosso finlandese della cyber security era prendersi un talento che ha fatto e fa parlare moltodi sé. Andrea Barisani, infatti, che con l’exit diventa anche capo della Sicurezza hardware di F-Secure, è un ricercatore ed esperto di sicurezza di fama internazionale, con oltre 14 anni di esperienza alle spalle come consulente per la sicurezza. Sostenitore del pensiero non convenzionale e del cosiddetto “hacking etico”, è membro attivo della comunità internazionale open source, nonché fondatore dell’Open Source Computer Security Incident Response Team (Cert).

@aldopecora