Edison Pulse, il bando per startup che mette in palio 200 mila euro

La quarta edizione del premio è rivolto a startup, team informali ma anche alle imprese sociali. Oltre al premio in denaro, in palio anche un programma di supporto e di incubazione e una campagna di comunicazione

Edison Pulse è il concorso che supporta l’innovazione, il cambiamento e la crescita delle migliori realtà imprenditoriali in Italia. QUI il bando della quarta edizione del premio rivolto a startup, team informali e anche alle imprese sociali che parteciperanno alla categoria speciale Ricostruzione Sisma. In palio 200 mila euro, un programma di supporto e di incubazione in un acceleratore di impresa per un mese e una campagna di comunicazione. Le iscrizioni sono aperte fino al 28 aprile 2017. Sulla piattaforma di Edison Pulse le startup hanno la possibilità di presentare il proprio progetto e la squadra con testi e video.
La nuova edizione di Edison Pulse mira anche a stimolare la nascita di collaborazioni o partnership tra la società energetica e le startup che partecipano al bando. Edison Pulse ha visto finora la partecipazione di oltre 1.400 progetti tra startup, organizzazioni no profit, centri di ricerca e studenti, finanziando complessivamente i vincitori con 700 mila euro e affiancandoli con attività di consulenza

Edison Pulse

Le 4 categorie del bando

  1. ENERGIA, per le soluzioni innovative nell’ambito della produzione, stoccaggio e consumo ottimizzato di energia elettrica, energia rinnovabile e dell’efficienza energetica, oppure delle smart city.
  2. SMART HOME, per i progetti di gestione intelligente dell’ambiente domestico (Internet of things).
  3. CONSUMER, per le soluzioni innovative di vendita, customer care e coinvolgimento dei consumatori B2B e B2C oppure per le soluzioni avanzate di e-commerce.
  4. RICOSTRUZIONE SISMA, destinata alle idee e ai progetti per il recupero e la gestione della ricostruzione delle aree del Centro Italia colpite dal terremoto dell’agosto 2016, nonché alla valorizzazione delle filiere produttive locali e alla promozione culturale e turistica.

La roadmap del concorso

Il sito del concorso avrà anche la funzione di far crescere una community a cui è attribuito il diritto di voto. Le idee più votate entreranno direttamente in finale. A maggio, una giuria composta dai rappresentati di Edison e da un team di esperti di importanti realtà economiche e finanziarie decreterà 16 finalisti (4 per ogni categoria), a cui si aggiungeranno i 4 progetti più votati dagli utenti della rete. Sempre a maggio, i 20 finalisti presenteranno in un pitch di 4 minuti la propria idea di fonte alla giuria e risponderanno alle sue domande. Al termine delle presentazioni, saranno decretati i vincitori.

Google lancia Tez, l’app per pagare via smartphone (anche a ultrasuoni)

Esordisce in India una nuova app per pagare e trasferire denaro attraverso il conto bancario sfruttando le onde sonore che identificano il pagatore e il beneficiario. Presto la tecnologia arriverà in altri Paesi emergenti

Il brevetto di Harvard arriva in Italia con la batteria di Green Energy Storage

Il sistema, basato su una molecola estraibile dai vegetali, consente di accumulare energia, riducendo l’impatto ambientale e i costi di produzione. L’idea di business è diventata un caso di successo anche per l’overfunding su Mamacrowd

L’Open Innovation Contest 2018 di NTT Data fa tappa anche in Italia

Aperte fino al 10 ottobre le candidature per le startup che vogliano partecipare al processo di selezione italiano. Dieci imprese si presenteranno al pitch day del 16 febbraio 2018 a Milano e una sola arriverà alla finale del 22 marzo 2018 a Tokyo