Ecco i 2 progetti vincitori di H-ack Merck for health

Healthmeup e Tommi i due progetti che hanno vinto la maratona di 24 ore dedicata alle soluzioni innovative in ambito healthcare, organizzata da Merck in collaborazione con H-Farm a Talent Garden Cinecittà (Roma)

H-ack Merck for health? Più di 120 ragazzi provenienti da tutta Italia, una maratona di 24 ore no-stop all’interno di Talent Garden di Cinecittà (a Roma) organizzata dalla multinazionale farmaceutica Merck in collaborazione con H-Farm per sviluppare soluzioni innovative nel settore healthcare. Cinque i vincitori. Il primo classificato è stato Healthmeup, a cui stato assegnato un grant di 25 mila euro: Healthmeup, è un Digital Healthcare Consultant (Chatbot) che aggrega dati provenienti dai vari dispositivi indossabili presenti sul mercato fornendo informazioni personalizzate per paziente. Il secondo classificato, Tommi, si è aggiudicato la possibilità di partecipare per tre mesi al programma di accelerazione di Merck. Tommi è un videogame per bambini con patologia oncologica, in grado di aiutarli nel momento della cura coinvolgendo assistenti e psicologi. Tommi si è aggiudicato la possibilità di partecipare per tre mesi al programma di accelerazione di Merck che prevede: accesso all’Innovation Center di Darmstadt ed ai suoi spazi di co-working; possibilità di networking con gli stakeholder Merck basati a Darmstadt, accesso alla piattaforma online “Innovator Academy”. Ai classificati dalla terza alla quinta posizione è stata data l’opportunità di accedere direttamente alla selezione finale del prossimo programma globale di accelerazione di Merck.

h-ack Merck for health

13 team per una maratona di 24 ore

H-ack Merck for health è stato l’evento conclusivo di un progetto di open innovation iniziato ad aprile 2016 con l’obiettivo di favorire la nascita e l’utilizzo di nuove tecnologie a sostegno dei settori della sanità e della salute. I 13 team partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro eterogenei tra sviluppatori, designer e marketing specialist, avevano l’obiettivo di presentare al termine delle 24 ore un progetto a scelta fra: come supportare la relazione medico e paziente. BigData&Analytics. Come migliorare l’aderenza alla terapia. Idee dall’approccio disruptive e innovative.

Sviluppare app nell’ambito della salute che facciano la differenza

«Faccio le mie migliori congratulazioni ai vincitori, e voglio complimentarmi con tutti i partecipanti – ha dichiarato Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck Italia – che hanno dimostrato di aver compreso la sfida lanciata con Merck for health: sviluppare applicazioni digitali nell’ambito della salute in grado di fare una reale differenza nella vita delle persone. Siamo stati davvero entusiasti della qualità delle proposte elaborate, al punto di motivarci a proseguire sulla strada dell’Open Innovation».