Ad Amsterdam due giorni per discutere il futuro dell’Open Innovation

In Olanda 48 ore di confronto su Digital Single Market e sulle opportunità di finanziamento di Horizon 2020

Open Innovation è anche un appuntamento internazionale, in programma ad Amsterdam il 23 e 24 maggio. Più precisamente la conferenza si chiama Open Innovation 2.0. Fra i temi il Digital Single Market, European Innovation Living labs, Innovation Ecosystems, le opportunità di finanziamento nell’ambito di Horizon 2020,  le piattaforme di Big Data, Cloud, IoT, e di progettazione partecipata. Interverranno 350 fra esperti di innovazione, policy-makers, professori e cittadini. La conferenza è co-organizzato da DG CONNECT’s Open Innovation Group (OISPG) insieme a Intel Labs Europe, Committee of the Regions, CGIAmsterdam University of Applied Sciences, City of Amsterdam, con il supporto del Dublin City CouncilIn programma anche una mostra centrata su progetti di open innovation (l’anno scorso protagonisti FI-WARE, Startup Europe). QUI per registrarsi e partecipare.

open innovation conference

credits kimekman.smugmug.com

 

Amsterdam Action Camp

Tra il 20 e il 22 maggio poi la Conferenza sarà preceduta dall’Amsterdam Action Camp, uno spazio in cui i partecipanti provenienti da diversi paesi, gruppi di età e discipline diverse affronteranno insieme le sfide e gli interrogativi posti dalle città, dalle regioni, dall’impresa, dalle università e dalle organizzazioni non governative.

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia