L’importanza della scomodità e altre 4 cose che le grandi aziende dimenticano facilmente

Reattività, semplicità, creatività: così una startup deve agire per diventare grande, ma anche ai big conviene conservare una mentalità da “piccoli”. La prima regola? Essere innovativi sempre

Ogni startup sogna di diventare una grande azienda. Ma molte grandi aziende dimenticano di essere state piccole e innovative, perdendo la spinta verso l’innovazione continua e mancando future occasioni di successo. Si rallenta e si smette di innovarsi: è questo il momento in cui i big diventano meno competitivi rispetto alle startup, che rischiano anche di inghiottirle.

Ecco alcuni segreti delle startup che possono tornare utili quando l’azienda cresce.

startup

credits by cdn.c.photoshelter.com

Essere innovativi sempre. Quando si è piccoli, ci si muove velocemente. La minaccia di fallire è sempre dietro l’angolo e si cerca sempre qualcosa di nuovo su cui lavorare: la sopravvivenza dipende da questo. Regola numero uno: resistere all’inerzia naturale che deriva dal successo dopo l’esplosione iniziale.

Reattività. I primi fautori del successo di un’azienda sono proprio i clienti, quindi bisogna continuare a farsi in quattro per loro.

Semplicità. Quando le dimensioni del team e la complessità della aziendale aumentano, si dimentica la cultura semplice e agile delle startup. Condividere gli obiettivi e comunicarli in modo chiaro al team resta ancora la chiave del successo e dell’innovazione. Ogni membro del team deve conoscere il valore del proprio valore all’interno del business complessivo dell’azienda.

Creatività. Dove sono finite tutte le idee che ogni giorno animavano le riunioni? Rimanere vigili e sempre affamati di nuove idee può fare la differenza. È bene abbandonare il leit motiv “Non lo abbiamo mai fatto prima”: questo è il gorgo in cui si disperdono le le buone occasioni per far crescere ancora di più il business di un’azienda.

Stare scomodi. Chi lavora in una startup sa che ogni progetto è questione di vita o morte. Rischiare significa sopravvivere. Le grandi aziende invece si adagiano nel successo. Ma sapere di poter pagare affitto e dipendenti dovrebbe alleggerire la mente, liberando energia da convogliare verso espansione e innovazione, lo spirito che nei giorni da startup guida verso il successo.

Baroni all’università: “Questo è mio, questo è tuo, questo è coso”

L’indagine di Firenze dimostra che i feudi sono ancora troppi ma anche che l’Abilitazione scientifica nazionale funziona: costringe i baroni a esporsi più che in passato, mettendoli all’angolo

L’app che trova e ti mette in contatto con l’avvocato giusto | JustAvv

Il ceo Mariano Spalletti entra nel dettaglio della piattaforma online che dà la possibilità agli utenti di trovare l’avvocato adatto per risolvere ogni tipo di problema legale

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia