Accordo tra Cisco e H-farm, al via 5 programmi per innovare le aziende con le startup incubate

La partnership punta a promuovere un’innovazione aperta e trasformare le idee in iniziative imprenditoriali

Accompagnare le aziende di Fashion & Retail, Turismo, Internet of Things, Agroalimentare e Manifatturiero (i principali settori dell’economia italiana) nel loro processo di trasformazione digitale e di innovazione. Questo l’obiettivo dell’accordo tra H-Farm, piattaforma di investimento, servizi e formazione che da 11 anni favorisce il dialogo tra i giovani e le imprese, e Cisco, azienda leader del settore IT.

cisco

La call

L’accordo comprende la definizione di 5 programmi di accelerazione. Si chiama Industry Acceleration, e mira a coinvolgere imprese dei settori Fashion & Retail, Turismo, Internet of Things, Agroalimentare e Manifatturiero. Possono partecipare al programma fino a un massimo di 5 aziende per ogni settore, cui saranno affiancate da team selezionati con attività di mentororship, support e advisory.
Per ogni singolo programma verranno individuate e selezionate le migliori imprese sul mercato internazionale, con l’obiettivo di accompagnarle verso un percorso di crescita volto a innovare i processi di produzione, distribuzione e comunicazione.

La Cisco Academy entra all’H-Campus

L’accordo comprende inoltre l’utilizzo del programma Cisco Networking Academy (in particolare per i temi legati all’IoE). Primo momento di collaborazione i digital summer camps di H-Campus, l’area di H-Farm dedicata alla formazione, al quale sarà affiancato il programma Cisco Academy, contribuendo alla realizzazione di laboratori per gli studenti.

«Abbiamo trovato in H-Farm un partner che condivide la nostra passione nel promuovere un’innovazione aperta che abiliti la trasformazione delle idee in iniziative imprenditoriali che abbiano un impatto positivo sulle aziende» ha dichiarato Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia.
Riccardo Donadon, fondatore e Presidente di H-Farm: «Sono entusiasta di quest’accordo con Cisco: lavoreremo insieme per stimolare l’innovazione per i giovani e per le aziende. Il nostro compito è renderli consapevoli delle grandi opportunità che ci sono in questo momento e dell’importanza che innovazione e trasformazione digitale hanno per il mercato. In questi anni con Technogym, Diesel, Miroglio, Whirlpool, Zoppas e molte altre eccellenze – ha aggiunto – abbiamo realizzato progetti importanti in questa direzione e sono convinto che assieme a Cisco si possa fare ancora di più: siamo entrambi determinati a fare qualcosa di concreto per il paese».

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

#rESTATE in città coi bambini: 5 cose da fare a…Bologna

Dalla mostra interattiva Bologna Experience, al ciclo di eventi “Un’estate alla scoperta dell’Orto Botanico“.  Dall’appuntamento alla Serre dei Giardini Margherita allo spettacolo Sandokan al Teatro Testoni. Tutte le attività culturali e scientifiche per chi resta in città con i bambini

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Megaride, l’arma segreta Ducati: un software per ottimizzare le performance dei pneumatici in pista

Megaride, la startup di Flavio Farroni che analizza la salute dei pneumatici, stringe una partnership con Ducati per ottimizzare le performance in pista. Questa l’arma segreta che ha regalato a Dovizioso la vittoria nella gara austriaca della MotoGP?

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti